Sassuolo, si avvicina il rientro di Berardi: "Pronto in due o tre"

Sassuolo, si avvicina il rientro di Berardi:

Di Francesco a breve potrà contare di nuovo sulla presenza di Domenico Berardi.

L'infortunio di Berardi sta diventando a tutti gli effetti un mistero: l'esterno italiano manca dai campi da gioco ormai da 70 giorni, da quando, quel 28 agosto il legamento collaterale del ginocchio sinistro lo costrinse a dare forfait dopo uno scontro a centrocampo con Cristante in Sassuolo-Pescara.

Galaxy Note 7, Samsung valuta il blocco della connettività alle rete cellulare
Di questi, circa 130 non sono ancora rientrati e la maggior parte dei possessori non sono intenzionati a restituirli. Dall'intervista si apprende che in Italia sono stati venduti, attraverso il preordini, esattamente 1950 dispositivi.

Si infiamma lo scontro tra Juncker e Renzi sulla manovra
La legge di bilancio resta al centro di un dialogo non facile tra Roma e Bruxelles . Chiediamo che l'Italia sia rispettata, che le regole del gioco valgano per tutti.

Bersani risponde al "fuori-fuori" della Leopolda: "Mi impressiona chi sta zitto"
L'auspicio è che questo intento sia saldamente condiviso, anche in queste ore, da Bersani", ha concluso Serracchiani. Mi preoccupa l'incrocio tra il referendum e l'Italicum , con un "governo del capo" e parte del Parlamento nominato.

Tredici punti e sedicesimo posto in classifica: il Sassuolo di Eusebio Di Francesco ha finora deluso le aspettative, non riuscendo a trovare la continuità di risultati che ha caratterizzato le ultime due stagioni. Il primo comunicato emesso dal club neroverde parlava di leggero stiramento del legamento collaterale la cui prognosi era di circa 3 settimane. Ad annunciarlo è l'amministratore delegato del Sassuolo Carnevali che a GR Parlamento ha parlato dell'infortunio dell'attaccante neroverde, fuori ormai da più di due mesi: "Ha avuto alcuni problemi con il collaterale che sono stati più gravi del previsto". Ora, dopo più di due mesi, è vicino al rientro.

Ma cosa si è fatto Berardi? Sono infatti parecchie le defezioni nella rosa degli emiliani, a quella ormai nota di Berardi si aggiungono anche i lungodegenti Missiroli, Duncan e Sensi.