Galaxy Note 3: Samsung rilascia update per il phablet del 2013

Galaxy Note 3: Samsung rilascia update per il phablet del 2013

Ebbene oggi alcuni ricercatori hanno appurato che anche lo scanner dell'iride può essere facilmente bybassato attraverso delle semplicissime operazioni, che vengono dimostrate in un video. Un caso, questo dell'attuale top gamma Samsung, che rilancia il tema dell'effettiva sicurezza dei dispositivi mobili, con particolare riferimento agli smartphone.

Nonostante questa credenza, è stato possibile ingannare lo scanner dell'iride di Samsung Galaxy S8 utilizzando una fotocamera, una stampante e una lente a contatto. E' scontato anche il debutto della doppia fotocamera posteriore (debutterà su un device Samsung col Note 8 o col Galaxy C), qualche dubbio sul lettore di impronte digitali (se mai dovesse ancora esserci) che potrebbe essere piazzato sotto il display.

I ricercatori hanno scattato una foto utilizzando la gamma cromatica degli infrarossi a un soggetto per poi stamparla.

Immediata è arrivata la risposta di un portavoce della società, che ha annunciato delle indagini interne, pur precisando che la tecnologia è stata sviluppata dopo aver effettuato "rigorosi test. Se però c'è una potenziale vulnerabilità, o se è stato scoperto un metodo per aggirare la sicurezza, siamo obbligati a condurre delle indagini". Si tratta di un 'attacco' davvero semplice che fa saltare tutto il battage pubblicitario secondo il quale questa feature sarebbe stata 'uno dei modi più sicuri per tenere il tuo smartphone bloccato'.

Roma, 18enne muore cadendo con il motorino al ritorno da scuola
Profonda eco e dolore e costernazione a Vasto per la morte , a seguito di un incidente stradale avvenuto a Roma , di Francesco Di Santo , studente 18enne.

Camorra e affari nel Napoletano, 5 misure cautelari e sequestro
Contestualmente i militari hanno eseguito un decreto di sequestro di beni immobili, partecipazioni societarie e rapporti finanziari per un valore di 70 milioni di euro .

Melito di Napoli: 15enne uccide affiliati del clan "per dare l'esempio"
Oggi il ragazzo è stato accompagnato al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei dopo le prime formalità di rito. L'omicidio è avvenuto nel quarto piano di un palazzo del comune napoletano, il 20 giugno dello scorso anno.

Chaos Computer Club (CCC), organizzazione hacker tedesca fondata nel 1981 che conta migliaia di iscritti, ne ha combinata un'altra delle sue.

E poi? Poi, prima di ogni altro provvedimento, bisogna pensare alla sicurezza: occorre, quindi, un attento esame delle batterie, causa principale del problema che ha portato al ritiro dei prodotti.

CCC in passato precedentemente aveva mostrato un modo per aggirare la polvere di grafite presente sul sensore per le impronte digitali Touch ID.