Gb: Cameron a May, dialoghi con Labour per Brexit più soft

Dopo la modesta performance dei conservatori alle scorse elezioni britanniche c'è chi ritiene che la Brexit potrebbe perfino saltare del tutto. Dai giardini dell'Eliseo, parlando al fianco di Theresa May prima del match amichevole tra Francia e Inghilterra allo Stade de France, Macron ha poi sottolineato che "non si tratta di sapere se si torna o meno sulla decisione" espressa dal popolo britannico nel referendum su Brexit.

Finché le trattative saranno aperte ci sarà spazio in Europa per la Gran Bretagna, dopo non si potrà tornare indietro. "Ma la decisione è stata presa dal popolo sovrano britannico e come tutte le decisioni del popolo sovrano va rispettata", ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, rispondendo alla domanda di un giornalista. "May rassegnerà le dimissioni e sarà sostituita" - ha detto, sulla stessa linea, l'ex ministro del Commercio dell'era Cameron, Lord Francis Maude - dichiarando all'emittente CNBC come "la posizione della premier non può essere sicura". La Francia e la Gran Bretagna lanciano un piano d'azione congiunto contro la propaganda e i discorsi di incitamento all'odio e al terrorismo su internet: è quanto ha annunciato il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso di una conferenza stampa congiunta a Parigi con la premier britannica, Theresa May. Congratulandosi con lo speaker dei comuni John Bercow, appena rieletto all'unanimità, la May ha ironizzato "Almeno qualcuno ha ottenuto una vittoria schiacciante".

Ue-19: produzione industria aprile +0,5%
E così, i primi quattro mesi dell'anno vedono l'indice aumentare dell'1,5% su base annua. Tra le regioni soffre, dopo il recente exploit, la Basilicata (-10,5%).

Bayern Monaco Tolisso, è ufficiale: c'è la firma sino al 2022
Niente Juventus , niente Milan: il talento francese del Lione ha scelto la Bundesliga. Adesso sono molto felice di poter giocare in uno dei migliori club d'Europa.

Giustizia, Camera vota fiducia su ddl penale
E inoltre benefici a pioggia per i detenuti in alta sicurezza, così potranno impartire ordini dalle carceri. La dichiarazione è genericamente attribuita ai deputati stellati della commissione Giustizia .

I ministri pro-Brexit sono stati tutti confermati, un aspetto apparentemente paradossale, ma che si giustifica con lo scarso peso negoziale che la May attualmente possiede nei confronti del suo partito. "Accettiamo la decisione con rispetto ma, qualora cambiassero idea, certamente troverebbero le porte aperte", ha detto il ministro tedesco.

Certo è che dentro al Partito Conservatore ci si interroga sul significato della mezza sconfitta incassata. E si parla anche di un passaggio verso la soft Brexit.