Facebook, una falla rivela identità 'controllori' a terroristi

Facebook, una falla rivela identità 'controllori' a terroristi

Facebook ha confermato il bug spiegando "di aver risolto la questione e intrapreso un'indagine approfondita per impedire che questo tipo di problemi si possa verificare in futuro". Cosa dovrebbe succedere all'identità online di una persona dopo la sua morte? Come assicurare che i social media siano corretti nei confronti della democrazia?

"La nostra posizione sul terrorismo è abbastanza chiara: il terrorismo non deve aver post in alcun luogo, né su Facebook né altrove su Internet". "Il nostro obiettivo è quello di creare più discussioni e sentire i commenti degli utenti su come possiamo avere un impatto più positivo nel mondo" ha detto Zuckerberg. "Questa cosa funziona proporzionalmente alle informazioni che riceviamo". Ma come farlo, senza violare la privacy?

Per combattere il terrorismo su Facebook Zuckerberg chiede anche la collaborazione degli utenti: "È un sistema questo, che confida sulla gente, e sulla sua disponibilità a dirci dei contenuti terroristici che vedono".

Tamponamento tra camion in A4: autostrada riaperta tra Palmanova e Villesse
Molti i camper e le roulottes che si aggiungono ai mezzi pesanti in costante aumento e al traffico di attraversamento Est-Ovest. Stop ai mezzi pesanti, con peso superiore alle sette tonnellate e mezza, dalle 7.00 alle 22.00 di domenica 18 giugno.

Capello ai cinesi dell'Inter: "Alla Juve ho vinto 2 scudetti"
La cosa fondamentale sarà riportare entusiasmo in un ambiente che da qualche anno non ottiene i risultati sperati. "Abbiamo vinto due campionati che ce li hanno tolti, ma noi li abbiamo vinti sul campo ".

Svolta Auditel, col 'superpanel' viene triplicato il campione di rilevazione
A queste famiglie infatti sono stati assegnati dei set meter, già in grado di produrre i dati di ascolto e i primi dati aggiornati verranno diffusi il prossimo 30 luglio .

Come possiamo decidere quali post rimuovere?

Ma l'azione non è portata avanti soltanto da queste persone: il colosso dei social, infatti, ha sferrato l'attacco ricorrendo all'intelligenza artificiale, "per quanto recente sta già dando risultati", si legge nel post pubblicato sul blog proprio ieri. E quando Facebook identifica pagine, gruppi, post o profili che supportano il terrorismo, utilizza algoritmi per trovare materiale correlato in tutta la sua piattaforma sociale. Insomma, in un contesto dove si fa sempre più acceso il dibattito sul tema del rapporto tra automazione e lavoro umano [VIDEO], Facebook sceglie la via dell'Intelligenza Artificiale per arginare il #terrorismo sulla piattaforma social.

Monika Bickert, capo della global public policy di Facebook, ed ex pubblico ministero, ha dichiarato che il gruppo è impegnato da tempo ad adottare misure per rimuovere celermente la propaganda di matrice terroristica. "Va ben oltre di noi".