Si dimettono i consiglieri della Consip, così il cda è ufficialmente decaduto

Il presidente della Consip, Luigi Ferrara, e la consigliera Maria Laura Ferrigno, si sono dimessi. Si sono dimessi Luigi Ferrara e Marialaura Ferrigno Consip. E poiché il vertice è composto da soli tre componenti (il terzo è appunto l'amministratore delegato Marroni) la decadenza dell'intero organismo è automatica e Marroni viene neutralizzato.

Marroni è stato sentito per due volte nei mesi scorsi dai pm e ha chiamato in causa anche il ministro dello Sport Luca Lotti che ha sempre negato ogni tipo di relazione, ma è indagato per rivelazione di segreto d'ufficio insieme al generale dei Carabinieri Emanuele Saltalamacchia.

Читайте также: Comunali: aperti i seggi in 1.004 città

"Sulla Consip pendono sia un'inchiesta giudiziaria per accertare reati penalmente perseguibili che vedono coinvolti a vario titolo l'amministratore delegato e dirigenti della società - si legge nel testo presentato dal Pd in Senato - sia un'indagine della Corte dei Conti per irregolarità su alcuni incarichi concessi a legali esterni". Ma ormai il tempo era scaduto, almeno per Marroni, e lo dimostra la tempistica delle provvidenziali dimissioni di Ferrara e Ferrigno. Il governo, e in particolare il ministero dell'Economia, avrebbe scelto di far saltare il Consiglio di amministrazione della società innanzitutto per garantire il buon nome dell'azienda: ora infatti dovrà essere convocata a breve l'assemblea per la nomina dei nuovi vertici, compito che spetta proprio all'ad Marroni.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог