TORINO - Deceduta la donna ferita in piazza San Carlo

TORINO - Deceduta la donna ferita in piazza San Carlo

Ieri pomeriggio i medici avevano annunciato che le condizioni della donna erano disperate, "accertato un gravissimo danno cerebrale e prognosi pessima", si leggeva sul bollettino dell'ospedale. I genitori hanno espresso la volontà di donare gli organi, ma il corpo della donna dovrà essere sottoposta ad autopsia.

Il sindaco di Torino, Chiara Appendino ha dichiarato il lutto cittadino con il solito comunicato stampa che vi risparmiamo e potete leggere su qualsiasi quotidiano.

Erika Pioletti quella sera della finale di Champions era a vedere la partita per fare un regalo al compagnio Fabio Martinoli per il giorno del suo compleanno.

Alex Sandro ha chiesto la cessione
A confermarlo, lo stesso dg bianconero Beppe Marotta , il quale ha ammesso che il Chelsea si è fatto avanti per Alex Sandro . Ma la grande novità delle ultime ore è il forte interessamento del Chelsea di Antonio Conte per Alex Sandro .

Ius Soli, bagarre a Palazzo Madama. Contusa ministra Fedeli VIDEO
Anche se al Senato l'astensione equivale a un voto negativo. Ma se c'è un contuso pare proprio lo stesso Centinaio. La mia solidarieta' alla ministra Valeria Fedeli .

Corte Ue: per soia, no uso parola latte
Appare indispensabile che al momento dell'acquisto ci sia trasparenza assoluta sull'origine vegetale del prodotto e il latte è animale e non vegetale .

Non ci sono più speranze per Erika Pioletti, 38 anni, di Domodossola, la più grave dei 1527 feriti nella bolgia di piazza San Carlo.

Per capire se ci sono state delle carenze nella gestione i pubblici ministeri hanno raccolto documenti in Prefettura, municipio, questura, polizia municipale, servizio sanitario di urgenza ed emergenza medica e consorzio Turismo Torino, la partecipata del Comune che ha organizzato l'evento in piazza. "L'inchiesta avviata farà il suo corso e trarrà le conseguenze in ordine alle gravi responsabilità di ciascuno; ora è il momento della solidarietà di tutta la città che è chiamata a stringersi attorno alla famiglia di Erika per un abbraccio fraterno a Lei e ai suoi cari, insieme alla preghiera e al ricordo incancellabile che porteremo nel nostro cuore per sempre". È stato invece individuato l'epicentro dello spostamento di massa: si trova all'altezza dei numeri civici 195 e 197. "Potete scrivere che ci dovevano pensare prima?" "Per il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino". La sera del 3 giugno, travolta dalla folla in preda al panico, aveva riportato un infarto da schiacciamento. Alla sua voce si è unita anche quella del club bianconero.

Mentre continuano le polemiche per la gestione della serata del 3 giugno, la procura di Torino integrerà l'ipotesi di reato con quella di omicidio colposo, l'indagine riguarda coinvolge anche le possibili "omissioni" di coloro che quella sera avrebbero dovuto garantire la sicurezza e l'incolumità pubblica. È deceduta stasera, poco prima delle 22, nel reparto di rianimazione dell'ospedale. "La ferita al cuore stesso della città resterà come un marchio che pesa sulla nostra coscienza di cittadini e su quanti sono stati la causa diretta o indiretta degli assurdi incidenti" ha detto l'arcivescovo di Torino, monsignor Nosiglia. Sono le parole con cui il capitano della Juventus, Gianluigi Buffon, ha commentato su twitter.