Calciomercato Milan - Fassone replica a Marotta su Donnarumma

Perin appunto è il favorito per la successione del portiere impegnato attualmente con l'Under 21 e la distanza tra l'offerta del Milan e la domanda del Genoa non sembra essere incolmabile. Se gli interessa, noi siamo qui... Nel frattempo Donnarumma sarà a disposizione dell'allenatore ma non è esclusa l'ipotesi che il Milan possa tenerlo in tribuna per l'intera prossima stagione senza farlo giocare. A cominciare dalla Juve, non avrebbe particolari problemi ad attendere la scadenza naturale del contratto. "È una decisione definitiva, presa dal giocatore".

In questo modo Raiola, che l'anno scorso con l'affare Pogba si è messo in tasca ben 49 milioni, cercherà di intavolare per l'ennesima volta un affare vantaggioso a 360° gradi sia per sè che per il suo assistito, andando a rimpinguare un bottino che lo ha visto nella sua carriera guadagnare oltre 500 milioni di euro di commissioni. I nuovi manager non hanno intenzione di regalare Donnarumma ad un'avversaria adesso e provano a resistere alla carica delle innumerevoli big che stanno bussando alla porta per trovare un compromesso. Non lo vendiamo. Per ora", afferma Mirabelli lasciandosi sfuggire una battuta: "Se il Real vuole Donnarumma, siamo pronti a parlarne con Perez per Cristiano Ronaldo.

Mistero su incontro Casaleggio-Salvini e alleanze anti-inciucio
E' ragionevole che dieci giorni fa (forse quindici) Casaleggio e Salvini si siano incontrati o comunque parlati. La prima: che Repubblica sia mossa da intenti politici. "Ma questi sono dei marchi a fuoco per il Movimento".

Dollari finti su Donnarumma: a Cracovia è polemica contro il portiere
La preoccupazione per gli uomini di Di Biagio era avere tra i pali un portiere deconcentrato: così non è stato. Nell'unico tiro pericoloso realizzato da Hjulsager, Donnarumma ha respinto con autorevolezza in tuffo.

Fassone: "Marotta ci proverà per Donnarumma? Mi sarei stupito se…"
Poi ci sono le suggestioni Pepe Reina , in rotta con il Napoli , e Wojciech Szczesny già promesso sposo dei bianconeri. L'aria di chi, da questa vicenda, è uscito nel modo migliore, avendo presentato al mondo 25 milioni di buone ragioni.

Da quel momento, lo stesso Donnarumma è finito nel mirino dei suoi ormai ex tifosi, che sui social gli hanno rinfacciato alcuni gesti e parole - su tutti quel bacio alla maglia post Juve-Milan -, che avevano convinto tutti che il rapporto tra il club e il suo "figlioccio" sarebbe stato lungo, forse "eterno".

La Juventus, in Italia, il Real Madrid, il Barcellona, il PSG, il Manchester City ed il Manchester United sono in prima fila per accaparrarsi le prestazioni di Donnarumma. L'infortunio di qualche mese fa frena un po' il nome del numero uno rossoblu' ma le insidie ci sono. Per di più ci sono delle norme che tutelano gli atleti da questo punto di vista e si potrebbe finire anche con la risoluzione del contratto.