Calciomercato, Mirabelli: "Donnarumma giocherà sicuramente nel Milan"

SULLA GESTIONE DI DONNARUMMA E SUL PROGETTO - "Sbagliata la gestione di un top player come Donnarumma?". Se volevo conoscere il progetto del Milan in modo più graduale? Non era una questione di rubarsi il giocatore, ma forse ho sbagliato io, non sono stato molto convincente, non lo so. Anche il modo in cui è stata condotta l'operazione ci ha fatto capire che andava fatto così. Ripeto, non è questo, noi non abbiamo nessun accordo con nessuna società, nessuna società ci spinge a fare certe cose.

SUL RAPPORTO CON MIRABELLI - "Il rapporto con Mirabelli?".

"E se dovesse fare retromarcia, trovare altri toni, altre situazioni?". Ennesima puntata della telenovela Gigio Donnarumma, ormai il tormentone di queste prime battute di un calciomercato che si preannuncia davvero infuocato dopo anni di torpore. E' un rischio importante.

Si è parlato di minacce nei confronti di Donnarumma per farlo rinnovare, altrimenti sarebbe rimasto in tribuna per tutta la stagione fino alla scadenza del contratto. Per me è mobbing se minacci un giocatore di stare un anno in tribuna.

#LondonFire: arrivata l'ufficialità della morte di Gloria Trevisan e Marco Gottardi
Sua Maestà La Regina d'Inghilterra e SAR il Duca di Cambridge , hanno visitato il Centro Westway Sports a ovest di Londra . Da una parte del telefono i genitori, dall'altra i figli: "Mamma, mi sono resa conto che sto morendo".

Consip, il presidente dimissionario Ferrara è indagato dalla procura di Roma
La scelta dei Democratici è stata letta come un tentativo di "salvare" proprio il ministro Lotti scaricando invece l'ad Marroni. Accuse che il diretto interessato ha sempre respinto.

Calciomercato Milan - Fassone replica a Marotta su Donnarumma
L'infortunio di qualche mese fa frena un po' il nome del numero uno rossoblu' ma le insidie ci sono. Se gli interessa, noi siamo qui...

Ma adesso loro cercano un altro portiere. "Hanno il diritto di cercarne anche altri sette di portieri, non è mica un nostro problema", ha concluso Raiola.

MILAN FRETTOLOSO - Stessi concetti espressi anche a Rai Sport: "C'è stato un ambiente ostile tra le parti". Penso che andrò in Polonia, ancora non ho organizzato nulla, per vedere le partite ma non per parlare con Donnarumma.

Prosegue: "Il problema non era di soldi, noi non eravamo pronti, non c'è stato concesso la serenità necessaria da parte del Milan".

L'unico problema che non c'era era era quello, non siamo arrivati nemmeno a intavolare un discorso serio sotto quel punto di vista. Non ho niente contro il Milan, loro hanno fatto le loro scelte: se dovevamo decidere il 13 e abbiamo deciso. Il quale, invece, devo dire ci ha sempre detto che non era disponibile a trattare con i nostri tempi. Non ho feeling con Mirabelli. Donnarumma al Real Madrid? Il Milan mi ha detto che non avrà speranze di giocarsi il posto da titolare il prossimo anno con la maglia rossonera.