Investe il suo stalker e lo uccide

Investe il suo stalker e lo uccide

Questa volta la vicenda si è svolta a Bergamo e protagonisti sono stati un uomo e una donna. Una donna (43 anni) di origini italiane, infatti, ha travolto e ucciso con l'auto un uomo che poco prima la minacciava. L'episodio è accaduto attorno alle 8 in via Roma. L'uomo l'avrebbe rincorsa e lei, nel tentativo di fuggire, lo avrebbe investito accidentalmente.

Una donna stalkerata investe e uccide un uomo che la perseguitava. Sembra che la donna lo conoscesse e che da tempo il quarantenne, di nazionalità indiana, la infastidisse in modo pesante.

La dinamica dei fatti in realtà non è ancora chiara, ma per quanto scrive l'edizione online dell'Eco di Bergamo, l'ennesimo appostamento dell'uomo, fuori dal luogo di lavoro della donna, impiegata in Comune a Villongo è stato particolarmente violento.

Uomini e Donne, belle notizie per Sonia Lorenzini ed Emanuele Mauti
Gianni ha messo mi piace al commento di un utente sul profilo di Juan Fran Sierra: "Bravissima". Siamo arrivati a febbraio, tu non ci sei ed io mi faccio la mia vita'.

Microsoft svela la sua nuova Xbox ed è potentissima
Qualità grafica dei giochi anche sui televisori, risoluzione Ultra Hd, 8 milioni di pixel, 7 miliardi di transistor. Aggiorna la pagina più tardi per conoscere nel dettaglio tutte le novità presentate su Xbox One X .

Ventura: "L'Under 21? Sono convinto che farà un grande Europeo"
Ma finora ci sono gli stessi punti e solo 4 gol di differenza. "È un segnale importante per il futuro, abbiamo trasmesso ai giocatori un senso di appartenenza".

Lui l'ha minacciata, armato di un coltello. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri l'omicidio dello stalker non è stato voluto dalla vittima di stalking. Poco dopo l'investimento è deceduto. Sul luogo della tragedia, chiuso al traffico, sono presenti la polizia locale, il personale del 118 e i carabinieri, che dovranno cercare di chiarire la dinamica dell'episodio.

Rivelando anche qualche dettaglio in più. "Mi ha fatto anche vedere una fasciatura su un braccio, sostenendo che lui l'aveva già aggredita e ferita in precedenza".