L'Inter si muove, piano per Bernardeschi

L'Inter si muove, piano per Bernardeschi

Milano, 17 giugno 2017 -L'Inter ci prova senza indugi per Federico Bernardeschi.

Quindi, a parte la trattativa col Nizza per Dalbert, che sembra andare per le lunghe anche a causa di un'improvvisa offerta della Juventus per il laterale sinistro, c'è poco da registrare: il no del direttore sportivo della Roma Monchi ad un eventuale trasferimento [VIDEO]di Antonio Rüdiger avrebbe portato la dirigenza nerazzurra a cercare delle alternative per la difesa. L'esterno viola sarebbe il primo colpo individuato dai dirigenti nerazzurri.

Uomini e Donne, belle notizie per Sonia Lorenzini ed Emanuele Mauti
Gianni ha messo mi piace al commento di un utente sul profilo di Juan Fran Sierra: "Bravissima". Siamo arrivati a febbraio, tu non ci sei ed io mi faccio la mia vita'.

IO Interactive torna indipendente e conserva i diritti su Hitman
Il CEO della software house Hakan Abrak ha scritto "Sono fiero di annunciare oggi che IOI è ufficialmente uno studo indipendente".

Meteo, giugno shock: arriva il giorno più caldo dell'estate
In particolare, tra venerdì 16 e sabato 17 giugno , si registreranno temperature africane e ben superiori alla media estiva. Le temperature raggiungeranno i 38 gradi in molte regioni e complice l'afa i valori percepiti saranno intorno ai 40 gradi .

Una valutazione alta, altissima, quella fatta dalla Fiorentina. Fino a quel momento il ds Piero Ausilio preso atto della volontà di Ivan Perisic di lasciare il club - proprio dalla cessione del croato dovrebbero arrivare i soldi per il rosso in bilancio - cercherà di lavorare sottotraccia per garantire all'Inter acquisti utili al nuovo progetto di Spalletti. Il problema per l'Inter è il costo del cartellino. "Per Berardi comunque servono almeno 30 milioni di euro". Bernardeschi ha rispettato sempre la società e ha riconosciuto sempre l'importanza dei viola nella sua crescita.

Pantaleo Corvino non ha ancora ricevuto una risposta ed Ausilio vuole approfittare delle esitazioni del classe '94. "La prima stagione è stata difficile ma ho imparato molto del calcio italiano e sto continuando a lavorare duro per migliorare costantemente".