Mafiosi e corrotti fuori dalla Chiesa, in arrivo decreto per la scomunica

Mafiosi e corrotti fuori dalla Chiesa, in arrivo decreto per la scomunica

Lo comunica il dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, al termine dell'incontro internazionale, tenutosi nei giorni scorsi in Vaticano, sulla corruzione. E' quanto indicato nelle conclusioni di un forum internazionale, organizzato dal Dicastero vaticano per il Servizio dello Sviluppo umano integrale, che si è svolto nella Santa Sede sulla lotta contro questi crimini.

Roma, 18 giu. (askanews) - Il Papa, come annunciato ieri dal Vaticano, sta preparando la scomunica per corruzione e mafia, e questo "è un fatto rivoluzionario che ha un significato politico, non solo religioso e giuridico" secondo Raffaele Cantone.

Un dibattito sulla corruzione, al quale hanno partecipato giudici antimafia, vescovi, vittime, giornalisti e intellettuali.

Capello inizia male in Cina: sconfitta all'esordio dello Jiangsu
Le sue urla dalla panchina non sono però bastate a non subire lo svantaggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo. In classifica lo Jiangsu Suning resta in penultima posizione con 8 punti, sale invece a 12 il Changchun Yatai .

Venerdì nero per il trasporto pubblico
Fanno eccezione le regioni Piemonte e Valle d'Aosta . renitalia ha fatto sapere che le Frecce circoleranno regolarmente. Per l'agitazione dei Cobas , il servizio è stato regolare fino alle 8,30 e lo sarà anche dalle 17 alle 20.

Ore di Le Mans 2017: i risultati delle prove
Gara da incorniciare per la squadra al debutto a Le Mans che ha potuto contare sull'affidabilità della vettura parmense. Timo Bernhard , però, ha spento i sogni dell'equipaggio a meno di un'ora dal termine della corsa.

"Si tratta di far fronte ad un fenomeno che conduce a calpestare la dignità della persona per altri motivi". Noi vogliamo affermare che non si puo' mai calpestare, negare, ostacolare la dignita' delle persone. Quindi spetta a noi, con questo Dicastero, saper proteggere e promuovere il rispetto per la dignità della persona.

L'arcivescovo Silvano Tomasi ha poi spiegato che l'obiettivo è: "sensibilizzare l'opinione pubblica, identificare passi concreti che possano aiutare ad arrivare a delle politiche e delle leggi eventualmente che prevengano la corruzione, perché la corruzione è come un tarlo che si infiltra nei processi di sviluppo per i Paesi poveri o nei Paesi ricchi, che rovina le relazioni tra istituzioni e tra persone. La Chiesa non deve avere paura di purificare se stessa".

IL PONTEFICE - Anche Papa Francesco si è espresso su questo punto: "Dobbiamo unirci per combattere la corruzione", ha scritto nella prefazione del libro di Turkson, definendola "una bestemmia, un cancro che sta logorando le nostre vite". Ma un decreto ufficiale ancora non c'era stato.