Massimo Bossetti, niente telecamere al processo d'appello

Massimo Bossetti, niente telecamere al processo d'appello

Massimo Bossetti, arrestato il 16 giugno di tre anni fa, è stato condannato al termine del processo di primo grado lo scorso luglio. Nella lunga intervista, rilasciata a Gente, la moglie del muratore ha affrontato anche argomenti "difficili" come i tradimenti coniugali, le lettere di Bossetti a una detenuta, le ricerche su siti porno di cui si discusse al processo di primo grado, dei rapporti con la suocera Ester Arzuffi, ormai interrotti perché: "Nel momento del bisogno più acuto né io né i miei figli abbiamo potuto contare su di lei". Quindi sottolinea di credere a tal punto che suo marito non c'entri nulla di essere disposta a non rivedere il suo giudizio nemmeno se un nuovo test del Dna confermasse che la traccia biologica sugli slip di Yara fosse di Massimo Bossetti. Come nel procedimento di primo grado, che ha visto condannato all'ergastolo il carpentiere bergamasco, la stampa seguirà dunque le fase salienti del processo fuori dal Palazzo di Giustizia.

Vietate le telecamere al processo d'Appello per l'omicidio di Yara Gambirasio. Secondo la corte d'Assise di Bergamo è stato lui a uccidere la giovanissima Yara Gambirasio. Altri accertamenti saranno chiesti sulle fibre dei sedili del furgone di Bossetti che sono "compatibili" con quelle trovate sul corpo della ragazza. Nelle motivazioni dei giudici si legge che "è ragionevole ritenere che l'omicidio sia maturato in un contesto di avances a sfondo sessuale". Quel Dna che i giudici hanno definito "assolutamente affidabile" in quanto "caratterizzato per un elevato numero di marcatori Str e verificato mediante una pluralità di analisi eseguite nel rispetto dei parametri elaborati dalla comunità scientifica internazionale". E la donna ha persino sostenuto che Massimo e la sorella gemella potrebbero essere il frutto di una fecondazione artificiale avvenuta a sua insaputa.

Veneto Banca: cliente minaccia suicidio, gesto simbolico per attirare l'attenzione
Al termine del colloquio, concitato, un correntista e azionista di Veneto Banca ha tentato di togliersi la vita . Sul posto anche un'ambulanza del Suem, che ha soccorso l'uomo.

Donnarumma: "dopo l'Europeo incontrerò il Milan per discutere il mio rinnovo"
Gigio Donnarumma sottolinea: "Ci tenevo a venire per dimostrare che sono sereno e che sto pensando solo alla partita di domani". Sono le prime parole di Gigio Donnarumma in conferenza stampa alla vigilia della sfida tra Italia e Spagna .

F1 Ferrari, Raikkonen: "Aiuterò Vettel se necessario"
La differenza fra me e Seb così ampia? Penso che oggi sia stato un po' più complicato di ieri. Ma ora non starò qui a provare ad indovinare che cosa accadrà con queste novità.

Bossetti si è sempre dichiarato innocente, sostenendo di non aver mai conosciuto Yara né di averle mai fatto del male.