Un terremoto per il Pd, Orlando attacca: adesso primarie di coalizione

Un terremoto per il Pd, Orlando attacca: adesso primarie di coalizione

Alla Regione era già successo anche a inizio millennio e forse per questo la vittoria di Toti, l'anno scorso, è stata un po' sottovalutata; chi conosce il Pd locale da vicino lo descrive oggi come incartato su se stesso, traumatizzato dalle primarie 2016 (tanto da non volerle replicare, né per Genova né per La Spezia) e poco popolare, in tutti i sensi: meno vicino ai cittadini e alle classi più deboli, meno attraente anche per un voto di opinione che ha preferito rifugiarsi nell'astensione. "Certo, se si fosse votato a settembre sarebbe stato diverso, ma votando a primavera è convinto che non ci saranno contraccolpi, che davanti abbiamo tutto il tempo di recuperare". Perché le elezioni amministrative sono un'altra cosa rispetto alle elezioni politiche. Non c'è niente di compromettente nell'esserlo, ma se non si è anche un po' "unitivi", in una democrazia, che appunto è fatta di numeri, si finisce per perdere, per non unire, per fare una somma raggiunta la quale si può cantare vittoria. In altri momenti, dopo sconfitte simili alle amministrative, alcuni segretari decisero addirittura di dimettersi; non pare invece questo il caso di Renzi, appena legittimato dal congresso stravinto, che anzi potrebbe sfruttare l'occasione per cercare di anticipare le elezioni politiche e giocarsi lì la propria sopravvivenza. Chi non lo capisce e' destinato sempre di più alla sconfitta. Renzi e' assediato da una sinistra che mira ad un complotto contro di lui, per defenestrarlo dalla leadership per palazzo Chigi. Per il ministro della Giustizia il voto locale costituisce "un campanello d'allarme significativo, ma rimediabile".

Salvini esulta, Renzi non si arrende. E che si presta all'attaco del Movimento 5 Stelle, esclusi da tutti i ballottaggi nelle principali grandi città. Nessun cenno del rottamatore al suo tracollo nelle principali città, in particolare al risultato storico di Genova che sarà governata per la prima volta nel dopoguerra dal centrodestra.

"Il Pd isolato politicamente e socialmente perde quasi ovunque". Almeno così sapremmo di chi è la colpa della sconfitta. Manca un leader, mancano i suoi collaboratori, mancano le idee di sinistra, mancano individui come Corbin o come Sanders, (per carità, nulla di rivoluzionario!) capaci di "resuscitare" un'identità offuscata, alla quale invece in Italia è stato fatto il funerale.

Veneto Banca: cliente minaccia suicidio, gesto simbolico per attirare l'attenzione
Al termine del colloquio, concitato, un correntista e azionista di Veneto Banca ha tentato di togliersi la vita . Sul posto anche un'ambulanza del Suem, che ha soccorso l'uomo.

MotoGP, super Valentino Rossi: ad Assen torna a trionfare
Per il pesarese si tratta della decima vittoria (prendendo in considerazione tutte le categorie) sul circuito olandese. Otto giri dalla fine e altro colpo di scena, sul circuito iniziano a cadere le prime gocce di pioggia .

Massimo Bossetti, niente telecamere al processo d'appello
Bossetti si è sempre dichiarato innocente, sostenendo di non aver mai conosciuto Yara né di averle mai fatto del male. Secondo la corte d'Assise di Bergamo è stato lui a uccidere la giovanissima Yara Gambirasio .

Gli elettori di stretta osservanza renziana questa mattina stanno seguendo le linee guida non scritte per analizzare il voto del ballottaggio di ieri. Non basta. Una parolina, uno straccio di complimento per l'alfiere Tambellini, che ha mantenuto alta la slabbrata bandierina del Pd in Toscana, ci voleva proprio. Altrimenti non resta che aspettare il ducetto e rassegnarsi al ruolo di pecore in cerca di un pastore. "Allo sconfitto Paolo Scarpa (centrosinistra) ho già scritto, dicendo che dato che ci eravamo promessi di fare una opposizione sui contenuti, spero ci possa essere anche una larga convergenza senza motivi ideologici". Perché tutto il resto sono "i soliti fantastici commenti di chi vuole sempre strumentalizzare".

"Il paese va a destra, prevalgono sentimenti negativi come razzismo, intolleranza, egoismo".