Casting Milan, Belotti è il favorito per l'attacco

Casting Milan, Belotti è il favorito per l'attacco

È nella capitale austriaca infatti che ha sede la Borsa che quota i bond emessi dall'Ac Milan e sottoscritti da Project Redblack, la società costituita ad hoc dai grandi finanziatori dei rossoneri, i fondi Elliott e Blue Skye. Per questo a Cairo, non più tardi di 3 giorni fa, è stata recapitata una proposta formale più che allettante: 45 milioni più Niang e Paletta, per un totale, secondo le valutazioni di Mirabelli (5 Paletta, 15 Niang) di 65 milioni.

I contatti tra le parti sono costanti, mentre Mihajlovic a Bormio aspetta ancora i rinforzi promessi. Il Milan ha chiesto in Cina un extra budget.

Antonio Conte vuole almeno un attaccante, se non due considerata che va risolta la questione Diego Costa (l'Atletico continua a lavorarci). Con o senza Belotti.

Assolta la blogger Selvaggia Lucarelli: nessun furto di foto alla Canalis
Ad aver materialmente preso le foto entrando nella casella di posta era, secondo l'accusa, Neri. Canalis si era presentata come parte civile insieme a Federica Fontana.

Rinnovo Nainggolan, il belga è a Trigoria
COSA MANCA - "Manca l'alternativa a Dzeko , due esterni offensivi, un terzino sinistro, un centrale difensivo ". Gap con la Juve? Col direttore stiamo cercando di formare 22 titolari.

D23 Expo: Kingdom Hearts III uscirà nel nel 2018, nuovo trailer!
Dopo il lancio sulle due console di casa Sony e Microsoft, Square Enix valuterà il lancio su altre piattaforme. Parlando con IGN , invece, Nomura ha accennato a un " secondo personaggio giocabile " oltre a Sora .

Il mercato del Milan non è finito con Bonucci e Biglia e Marco Fassone fa sognare i tifosi rossoneri. L'AD del Milan ha però anche confermato che questi profili piacciono eccome, pur non dichiarando apertamente che il primo della lista sia proprio il 'Gallo', che - indizio non banale - non compare nelle grafiche pubblicitarie della nuova divisa granata.

L'attaccante del Torino è sempre vincolato dalle richieste esagerate della società, con Urbano Cairo che non intende cederlo ad un prezzo che sia inferiore ai 100 milioni di euro della clausola rescissoria. "Vedremo su chi cadrà la scelta, anche se stiamo valutando pure altri nomi". Tanti i volti dei giocatori che hanno fatto da testimonial, ma tra questi manca però proprio Belotti: un chiaro segnale che la trattativa per portare in rossonero il 23enne non è poi così lontana dal concretizzarsi. Chi lo farà? Lo stesso Li, la solita Huarong (il colosso finanziario che ha "aiutato" a più riprese Li nell'operazione Milan) o la banca Haixia di cui il consigliere Lu Bo è presidente? Ora le frizioni che sembrerebbero essere nate nelle ultime ore con il Milan, potrebbero complicare le trattative, compresa quella per il giovane Manuel Locatelli sul quale il Torino avrebbe messo gli occhi.

Si è concluso venerdì 14 luglio il mercato cinese, sventando così l'arrivo di Pierre Emerick Aubameyang alla corte di Fabio Cannavaro al Tianjiin Quanjion.