Aubameyang, il Milan e un altro like "sospetto" su Twitter

Aubameyang, il Milan e un altro like

L'amministratore delegato Marco Fassone [VIDEO] e il nuovo direttore sportivo Massimiliano Mirabelli hanno lavorato senza sosta dalla fine del campionato appena concluso per strappare alla concorrenza i migliori talenti in circolazione e portare il club nell'elite del calcio mondiale.

Italia, produzione industriale in aumento a giugno 2017
Corretto per gli effetti di calendario, a giugno 2017 l'indice è aumentato in termini tendenziali del 5,3% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a giugno 2016).

Gomez 'dimentica' Conti e Kessié: "Il Milan non ha comprato fenomeni"
La fascia sinistra dell'Atalanta è una delle più forti in Italia e lo è grazie a lui. "Ci ho parlato e sa quello che penso, vediamo cosa succederà".

Martinsicuro, camion-frigorifero si ribalta sulla A14 FOTO
In alternativa si consiglia di uscire a Fermo, proseguire sulla Statale 16 adriatica e rientrare in autostrada a Val Vibrata . Il traffico sull'autostrada risulta bloccato per un lungo tratto compreso tra i caselli di San Benedetto e Val Vibrata .

Come riportato nella giornata di mercoledì, plausibile, ma non di facile realizzazione, anche l'affare con il Monaco che vedrebbe l'arrivo in rossonero di Radamel Falcao e l'approdo nel Principato di Carlos Bacca. "A Firenze ha sfruttato le caratteristiche del modulo di Sousa, Montella lo conosce e sa che può essere importante nell'attacco del Milan". Aubameyang, obiettivo di calciomercato del MilanAubameyang è nel mio destino: è stato il primo giocatore che sono andato a vedere dal vivo, il mio primo viaggio fu proprio per lui. Però il Milan continua a fare sondaggi e a monitorare le situazioni di Pierre-Emerick Aubameyang, Diego Costa e altri. "L'arrivo di Bonucci ha portato grande esperienza in difesa, ci sono tanti fattori che lasciano ben sperare ma ora attendiamo le risposte del campo". Se decidi di prendere Bonucci e Biglia, e te li danno, saprai quello che stai facendo o no? La svolta della nostra estate è stato Donnarumma, una conquista su cui costruire il resto. Però ci sono altri nomi in ballo, a me dispiacerebbe se Kalinic dovesse lasciare la Fiorentina perché è adatto anche al gioco di Pioli. Io non posso sbagliare per questi tifosi che mi apprezzano per quel che si è fatto, per la trasparenza del mio lavoro.