Juventus, parla Massimiliano Allegri: "Dopo Cardiff..."

Juventus, parla Massimiliano Allegri:

Allegri, infatti, è un allenatore bonipertiano in tutto e per tutto: uno che ha trovato alla Juve la sua dimensione ideale, ampiamente sottovalutato dai suoi non pochi detrattori, giunto a Torino in punta di piedi e capace di regalare ai tifosi bianconeri tre doppiette di fila, fallendo la conquista della Champions League solo perché si è trovato davanti, in finale, due corazzate oggettivamente ancora inarrivabili. Ecco le fasi salienti: "Il mio arrivo alla Juventus è stato molto particolare".

"Nella mattina del 16 luglio c'erano in ballo diverse cose, la Nazionale... e ho ricevuto una telefonata sull'incontro con i dirigenti della Juve nel pomeriggio". Settimo Scudetto? Dico solo che il sette è un bel numero. Mi chiesero se fossi disponibile e io riposi di sì perché credevo che quella squadra avesse ancora molto da dare. "Essere arrivati in fondo alla Champions due volte in tre anni non è poco - osserva Allegri -". E' logico che quando arrivi in finale vuoi vincere, ma tra qualche anno si capirà la grandezza delle imprese di questa squadra.

Mercato: Inter, Medel verso il Besikstas
In attesa degli ultimi botti di mercato e dopo aver ufficializzato l'arrivo di Dalbert , l'Inter si muove anche in uscita. Verso la cessione Murillo , Gary Medel e Kondogbia , che vuole andare via, ma la sua situazione non è semplice.

17.000 biglietti venduti per il Nizza, incredibile ma Napoli: sarà Ferragosto record
Facile prevedere, a questo punto, che si possa andare quasi verso il tutto esaurito, nonostante il Ferragosto. Niente trasferta al San Paolo per i tifosi del Nizza in occasione del playoff di andata con il Napoli .

Mistero Dembelé. Dortmund: Non sappiamo dove sia
Giornata di preoccupazione in casa Borussia Dortmund: sarebbe infatti letteralmente Ousmane Dembele . Dembelé è al centro di una vicenda di mercato, richiesto dal Barcellona per rimpiazzare Neymar .

La sconfitta contro il Real appartiene ormai al passato: "Quale partita vorrei rigiocare tra Berlino, Monaco e Cardiff? Vorrei giocare a Kiev.". Questa la versione di Max: "Non è successo assolutamente niente e mi sono divertito un sacco quando, quest'estate, sono uscite tante voci fantasiose". A Cardiff "abbiamo disputato un buon primo tempo, poi purtroppo avevo Mandzukic e Pjanic zoppi e il Real ha accelerato. E' così che devono fare le grandi squadre". "Leo sarebbe stato il futuro capitano della Juventus, un uomo spogliatoio che nel futuro avrebbe insegnato e trasmesso il dna bianconero" ha spiegato Allegri dicendosi "dispiaciuto" per l'addio di Bonucci alla Juventus. Non va fatta una colpa a lui, alla società o all'allenatore. Poi sui giocatori avuti sotto la sua gestione: "Preferisco sempre allenare i grandi campioni".