Guerini, coordinatore Pd: "Con Alfano partita aperta La legge elettorale? C'è già"

Guerini, coordinatore Pd:

Sempre in nome del 'modello Palermo'. Il centrodestra guarda al "modello Liguria". Anche se in realtà si lavora ad altre ipotesi, sempre moderate, ma magari maggiormente espressione del Pd: ma il nome di Caterina Chinnici non entusiasma gli alfaniani, Leoluca Orlando insiste su Fabrizio Micari e i suoi sussurrano che potrebbe candidarsi il sindaco in prima persona.

Il riferimento, stuzzicato anche dal giornalista del Gr è al veto di Fratelli d'Italia nei confronti del partito di Alfano, così il commissario di Fi replica: "Io a livello siciliano avevo risolto tutto, problemi non ce n'erano". E nel centrosinistra si valuta la possibilità che siano le primarie a decidere il candidato di coalizione. Per il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini, segretario regionale Sicilia occidentale: "È chiaro che se Miccichè farà fallire l'accordo sarà per la seconda volta responsabile della sconfitta dl centrodestra unito in Sicilia - ha affermato - E dopo Crocetta regalerà la regione ai 5 Stelle". "Oggi la Sicilia è la porta di ingresso del flusso migratorio Piangiamo i morti ma la situazione è intollerabile e oggi non abbiamo voce in capitolo mente nella capitale i ministri litigano senza trovare soluzioni".

"Vedremo chi vuol venire con noi per realizzare l'alleanza", afferma Castiglione. "O c'è un vero sistema coalizionale dove i candidati sono decisi nel collegio, oppure la cosa più saggia è un sistema simil tedesco - avverte Alfredo D'Attorre -".

E' vicina l'intesa tra Ap e il Pd per un candidato centrista alla presidenza della Regione siciliana, accordo che potrebbe anche estendersi alle Politiche con un'alleanza di coalizione se la legge elettorale dovesse rimanere quella attuale.

Читайте также: Annunciata ufficialmente la data d'uscita di NBA Live 18

La leader di Fdi precisa poi che resta il no all'alleanza con "chi ha tradito gli elettori" e governato con Crocetta in Sicilia e il Pd a Roma.

Sarà il caldo torrido di questi giorni, ma le trattative sui destini della Sicilia sono tornate in altissimo mare. Il coordinatore Gianfranco Miccichè ammette di non essere riuscito a chiudere l'intesa nel centrodestra con Angelino Alfano che al momento invece sembra vicino ad un accordo con il centro sinistra e impegnato a convincere dissidenti di Area Popolare.

Angelino Alfano si tiene ancora per un po' le mani libere. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог