Mps, nel primo semestre 2017 rosso da 3,2 miliardi

Mps, nel primo semestre 2017 rosso da 3,2 miliardi

La nota della banca però evidenzia la crescita dei depositi vincolati e dei conti correnti da clientela, saliti di 3,8 miliardi nel secondo trimestre e di 9,4 miliardi da inizio anno. Sul risultato al 31 giugno 2017 hanno pesato le rettifiche sui crediti: nel secondo trimestre, infatti, è stata contabilizzata la svalutazione di circa 3,9 miliardi di euro dei 26,1 miliardi di sofferenze lorde destinate a essere cartolarizzate entro fine anno. A 8 mesi dalla sospensione delle contrattazioni e dopo il tanto atteso salvataggio della banca senese, sono in molti a chiedersi quale sarà mai il futuro delle azioni del Monte dei Paschi di Siena, se non altro perché sembra che queste azioni siano pronte a fare ritorno sul mercato.

Si pensi che sul fronte della patrimonializzazione, includendo l'operazione di aumento di capitale, il Cet 1 si attesta addirittura al 15,4% mentre sarebbe all'1,5% escludendo gli impatti dell'aumento di capitale.

Quanto all'azionariato, dagli aggiornamenti della Consob è emerso che lo Stato, primo azionista della banca, detiene il 52,18% del capitale.

Il salvataggio della senese tramite ricapitalizzazione precauzionale ha previsto l'approvazione di due decreti, entrambi contenenti le linee guida per i due aumenti di capitale, a diverso prezzo, che riguarderanno le azioni MPS.

Читайте также: Venezia 74: Jane Fonda e Robert Redford Leone d'Oro alla carriera

Nel primo semestre del 2017 Mps ha realizzato ricavi complessivi pari a circa 1,85 miliardi di euro, con un calo del 21% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente principalmente per la flessione del margine di interesse, delle commissioni nette e del risultato netto della negoziazione e delle attività/passività finanziarie. La raccolta diretta, che al 30 giugno 2017 si è attestata a circa 106,5 miliardi di euro, è aumentata di 2 miliardi rispetto a fine dicembre 2016, grazie alla componente commerciale.

Pwc e Mazars, per conto della Banca d'Italia, hanno svolto diverse perizie in merito al valore delle azioni MPS prima e dopo l'aumento di capitale. Rispetto al 31 marzo 2017 è invece in calo di 2,8 miliardi.

Quella di ieri, intanto, è stata una giornata importante: è arrivato il definitivo via libera dal Supervisory board della Banca centrale europea all'aumento di capitale a carico dello Stato pari a 3,85 miliardi.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог