Nord Corea minaccia ancora: "Cancelleremo gli USA dalla faccia della terra"

Nord Corea minaccia ancora:

"Ritengo che i rischi" di un confronto militare tra Usa e Corea del Nord "siano molto alti, soprattutto tenendo conto di questa retorica, sono state fatte minacce dirette di uso della forza", ha detto il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, dicendosi sottolineando che Mosca è preoccupata dalle dichiarazioni minacciose che si scambiano Usa e Corea del Nord e ha aggiunto che dovrebbero essere gli Usa, essendo la potenza più forte, a fare un passo indietro e ad evitare che le tensioni aumentino ulteriormente. Guam, isola di 544 km quadrati e abitata da 162mila persone, dista circa 3.400 km da Pyongyang: ospita 7.000 militari, in gran parte di Marina e Aeronautica concentrati nella base Andersen, con il 36esimo stormo aereo rafforzato dai bombardieri strategici B-52 e B-1B, e dai sofisticati sistemi antimissile Thaad, finiti recente anche in Corea del Sud. In risposta proprio al piano d'attacco a Guam, Roh ha quindi detto che la minaccia di Pyongyang è "una sfida seria", anche se non sono state rilevate attività militari inconsuete al Nord.

Un botta e risposta senza tregua che sta portando la tensione a livelli pericolosi.

Certo è che lo storico isolamento diplomatico e la chiusura totale applicata dai nordcoreani, con notizie che trapelano (in modo sempre poco affidabile) unicamente dall'agenzia di stampa ufficiale Kcna, non hanno mai contribuito a far luce sulle dinamiche interne di un Paese che sembra da decenni immune alle influenze esterne. E prevede il sorvolo dello spazio aereo giapponese delle prefetture di Shimane, Hiroshima e Kochi, con gli intercettori pronti a colpire le acque intorno a Guam.

Vecino: "Rendiamo orgogliosi i tifosi, darò tutto per l'Inter"
UN COMPAGNO COME BORJA - "Sicuramente è stato quello con cui ho vissuto più tempo da quando sono in Italia". Il mio esordio è stata bellissima giornata, soprattutto perché abbiamo vinto, c'erano tanti tifosi.

Inter News, Luciano Spalletti sbotta, parole di fuoco
Se c'è qualcuno che gli ha fatto delle promesse, deve venire anche da noi ad accontentare le nostre richieste. Diceva che una squadra lo vuole e ne potevamo parlare, non possiamo tenere per forza le persone.

Juventus, parla Massimiliano Allegri: "Dopo Cardiff..."
E' logico che quando arrivi in finale vuoi vincere, ma tra qualche anno si capirà la grandezza delle imprese di questa squadra. A Cardiff "abbiamo disputato un buon primo tempo, poi purtroppo avevo Mandzukic e Pjanic zoppi e il Real ha accelerato.

A seguito dei risultati che si otterranno dai prossimi e imminenti test, la Corea del Nord si preparerà a ogni evenienza.

Agenpress - "Le misure militari sono ora state allestite in pieno e pronte a colpire, in caso la Corea del Nord agisse incautamente". In Corea del Nord la realtà sul terreno sta cambiando, in termini di tecnologia a loro disposizione ma anche di impatto delle sanzioni sull'economia: entrambi i campi hanno motivo di muoversi in fretta. Il Giappone nel frattempo schiera i missili intercettori. Si tratta di un gioco rischioso, sul filo invisibile dei confini tra le due coree mai così distanti, che trasuda però maggiore realpolitik di quanto si possa pensare.

Secondo il quotidiano newyorkese, inoltre, l'avvertimento lanciato dal presidente alla Corea del Nord - quello relativo alla reazione "fuoco e furia" da parte degli Usa se continuerà la minaccia nucleare - sarebbe stato del tutto improvvisato, e avrebbe colto totalmente di sorpresa sia i suoi più stretti collaboratori alla Casa Bianca sia i membri della sua amministrazione.