Svolta della Cei, i vescovi appoggiano la linea del governo sulle Ong

Svolta della Cei, i vescovi appoggiano la linea del governo sulle Ong

"Proprio per difendere l'interesse del piu' debole, non possiamo correre il rischio - neanche per una pura idealita' che si trasforma drammaticamente in ingenuita' - di fornire il pretesto, anche se falso, di collaborare con i trafficanti di carne umana", ha aggiunto il porporato nella sua omelia. Parole del cardinale di Perugia, Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, che attraverso le colonne dell'Osservatore Romano lancia la terza Conferenza nazionale sulla famiglia, in programma l 28 e 29 settembre e un monito: lavoro per tutte le famiglie, ma anche più tempo per coppie e figli.

La sfida dell'immigrazione "va affrontata con una profonda consapevolezza, grande coraggio e immensa carità". Atteggiamenti che però "non bisogna mai disgiungere dalla dimensione della responsabilità". Poi aggiunge: "Dobbiamo promuovere, come ci insegna il Papa quotidianamente, la cultura dell'accoglienza e dell'incontro che si contrappone a quella dell'indifferenza e dello scarto".

Mps, nel primo semestre 2017 rosso da 3,2 miliardi
Quanto all'azionariato, dagli aggiornamenti della Consob è emerso che lo Stato, primo azionista della banca, detiene il 52,18% del capitale.

Troppe corse cancellate, l'Antitrust multa l'Atac di Roma di 3,6 milioni
L'Atac ha l'esclusiva su un'area di circa 140 km ed ogni giorno trasporta più di 200.000 utenti, come si può leggere sull'edizione odierna del Corriere della Sera .

Blizzard annuncia l'introduzione della modalità Deathmatch in Overwatch
Nella modalità tutti-contro-tutti basterà inoltre arrivare nella prima metà della classifica per aver la partita contata come vittoria e non serivrà essere primi.

Nei giorni scorsi ampie porzioni del fronte cattolico aveva preso le distanze dal codice per le Ong, trovando sponda nel governo nelle posizioni del ministro Graziano Delrio e del viceministro Mario Giro.

Bassetti ribadisce "il più netto rifiuto contro ogni forma di schiavitù moderna davanti alla piaga aberrante della tratta di esseri umani", con indiretto ma chiaro riferimento alla questione riguardante le ong. Bassetti, è la situazione che riguarda i migranti e i rifugiati. Il Mediterraneo "deve essere presidiato per tutelare le persone che non hanno altre vie di fuga in attesa di soluzioni nuove come l'organizzazione di corridori umanitari e di accordi migliori con la Libia nelle cui prigioni, come mi hanno confermato alcuni migranti che ho incontrato, sono presenti violenze di ogni genere e soprusi terribili". Il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri le ha giudicate "di grande buon senso, giustissime e di stimolo per tutti per una riflessione aperta, costruttiva, che avvicini le posizioni e guardi a trovare soluzioni comuni". E dalle colonne de L'Avvenire il direttore Marco Tarquinio aveva pelosamente parlato di "precedente" circa agenti di polizia armati a bordo delle navi, tale da dare "fiato e pseudo-legittimazione ai tentativi di commissariamento (o di espulsione) di Ong sgradite in diverse parti del mondo" e arrivando a classificare "del tutto comprensibile e sensato" il fatto che "la gran parte delle Ong non intendano acconsentire alla presenza di agenti di polizia armati a bordo delle imbarcazioni messe in mare per operazioni umanitarie".