Prato, incendio in una mansarda: muore una coppia di cinesi

Prato, incendio in una mansarda: muore una coppia di cinesi

Qui sono morte due persone, due cinesi un uomo e una donna di 35 anni, bruciate nell'incendio scaturito molto probabilmente da un corto circuito. I Pompieri sono intervenuti per le fiamme che si sono sviluppate nella casa in località La Tignamica nel Comune del Pratese. Il fumo li ha infatti soffocati prima che riuscissero ad uscire dall'appartamento. I vigili del fuoco hanno raggiunto rapidamente la palazzina e hanno usato l'autoscala per raggiungere la sommità dello stabile, al cui interno c'erano ancora delle persone. Non sono ancora chiare le cause che hanno innescato il rogo che non ha lasciato scampo alle due vittime.

I corpi sono stati ritrovati in un angolo della mansarda, vicino alla finestra, come se stessero scappando.

Il Festival di Castrocaro parla siciliano, vince Luigi Salvaggio ventunenne nisseno
Tra i soci, Vittorio Costa, primo motore del progetto e consulente legale di moti artisti italiani di successo. La finalissima sarà presentata da Marco Liorni , Rossella Brescia e Sergio Friscia .

Icardi: Questa Inter se la gioca con chiunque, seguiamo Spalletti
Ci sono capitate Chelsea, Atletico e Qarabag che è la squadra più debole del girone, ma non sono partite da prendere sotto gamba. Sul risultato di 1-1 Nainggolan cestina una buona e doppia occasione, ma ormai il campo è dell'Inter .

CLAMOROSO: Il Napoli tenta il sorpasso per Schick
Inoltre il patron della Samp crede che quella della Juventus sia stata solo un'azione di disturbo alle concorrenti. L'offerta di De Laurentiis potrebbe ora far vacillare le intenzioni dell'attaccante e della Sampdoria .

Secondo quanto riferito dal tenente colonnello Marco Grandini, comandante provinciale dei carabinieri, sulla base delle testimonianze, al momento dell'incendio nell'appartamento oltre alle due vittime, che stavano nella mansarda, si trovava una connazionale insieme al figlio adolescente.

La proprietaria di casa, una donna italiana, ha affermato di non aver mai avuto problemi con la famiglia cinese a cui ha affittato la mansarda. "C'erano numerosi macchinari. Le postazioni di lavoro che abbiamo trovato sono diciassette". Gli occupanti ci lavoravano e ci dormivano, con tramezzi provvisori per separare i diversi posti letto. Un'altra coppia di cinesi abita nell'appartamento accanto.