Stupri, Boldrini: Stanno toccando il fondo

Stupri, Boldrini: Stanno toccando il fondo

La presidente della Camera Laura Boldrini è stata molto spesso tirata in ballo in questi giorni per via della vicenda riguardante lo stupro di Rimini. A Rimini quattro uomini hanno stuprato in spiaggia prima una turista polacca in compagnia di un amico (pestato a sangue) e poi una transessuale.

"Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovrà succedere?".

È sempre più la Vuelta di Froome
"Alla Vuelta, invece, ci sono cosi' tanti arrivi in salita che posso permettermi di essere un po' piu' giocatore e tentare la fortuna".

Sospetta meningite per un ragazzo di Milazzo in vacanza alle Eolie
Al nosocomio i medici della patologia clinica hanno confermato la diagnosi. Sospetta meningite per un 24enne di Milazzo in vacanza alle Eolie.

Trentino. Incidente sulla Presanella, morti due alpinisti
Qualcuno nella cordata ha, però, sbagliato un appiglio ed è scivolato trascinando fatalmente con sé altri membri del gruppo. Secondo le prime informazioni comunicate dalla Croce rossa, anche in questo caso sarebbe caduta una cordata di alpinisti .

Uno sfogo che non è passato inosservato, anzi. Lo stupro è uno degli atti più abominevoli che esistano ai danni di una donna. Un dettaglio che lascia spazio al sospetto sul vero motivo del silenzio della presidente della Camera: "Veramente, in nome della difesa ideologica dell'immigrazione di massa - aggiunge la Meloni - è disposta ad accettare la violenza sessuale come un "male necessario" del multiculturalismo?". Il pm di Rimini dichiara: "Abbiamo una pista". Sembra, tuttavia, che le indagini si stiano stringendo intorno ad alcuni sospettati: le analisi scientifiche potrebbero risultare decisive per avere un quadro più preciso. A parlare è stata Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico: "Matteo Salvini, sempre pronto ad esternare, questa volta resta in silenzio di fronte alle parole di odio espresse dall'esponente di Noi con Salvini - ha detto - Siorini non ha espresso una opinione, seppur discutibile, ma, con le sue affermazioni, ha superato il limite arrivando ad istigare allo stupro della Presidente della Camera e di tutte le donne del Pd". E a livello sia provinciale che regionale prende le distanze dall'increscioso episodio che ha visto protagonista Saverio Siorini, segretario cittadino di San Giovanni Rotondo ed un suo post dal contenuto inequivocabile, per il quale lo stesso è stato immediatamente sollevato dalla carica ed espulso dal movimento politico. "Chi dubita del mio impegno in questo ambito è sicuramente in malafede e con intento strumentale". "Stanno toccando il fondo".

Cercano la visibilità con questi argomenti, evocando lo stupro nei confronti delle avversarie politiche. "Poi non c'è da meravigliarsi che altri seguano".