Corsa ai vaccini per l'iscrizione nelle scuole. Caos e disagi a Roma

Corsa ai vaccini per l'iscrizione nelle scuole. Caos e disagi a Roma

Per la scuola dell'infanzia e per i nidi, il termine entro il quale presentare la documentazione necessaria all'iscrizione è fissato nel 10 settembre, mentre per gli studenti della scuola dell'obbligo la scadenza è il 31 ottobre. A segnalare il disservizio sono associazioni e famiglie che, di ritorno dalle vacanze e alla vigilia della riapertura delle scuole, tentano di mettersi in regola con le vaccinazioni. I genitori degli studenti non vaccinati, o non "in regola" con il programma (nel novarese sono circa 5mila), saranno invitati all'Asl per un colloquio: qualora la loro decisione resti quella di non vaccinare i propri figli, saranno sanzionati con una multa che può arrivare fino a 500 euro e che estingue, almeno temporaneamente (fino al prossimo richiamo dell'Asl), l'obbligo. E anche la modulistica, tra cui quella dell'autocertificazione: i genitori possono anche dichiarare di non essere in regola al momento dell'iscrizione, impegnandosi però a far vaccinare il figlio entro il 10 marzo.

Dovrebbero essere le scuole a trasmettere alle aziende sanitarie l'elenco degli iscritti: poi spetterebbe alle Asl restituire la lista di chi non è in regola con il calendario vaccinale.

Marotta: "Dopo Howedes basta mercato" e attacca Papu Gomez
Il portale di informazione juventina "Il Bianconero.com" riporta le recenti dichiarazioni di Beppe Marotta sul caso Spinazzola . Ogni ragazzo che gioca al calcio sogna di indossare la maglia per la quale è tifoso.

Calciomercato: Monaco, ufficiale l'acquisto di Keita Baldé, le cifre dell'operazione
Dal 2016 in Spagna, l'ex Manchester United dopo l'esperienza in Premier League ha giocato con Fenerbahce e appunto Valencia . Il giocatore portoghese ha accettato la destinazione ed è atteso in mattinata a Roma.

Missile sul Giappone dal Nord Corea, oggi riunione d'urgenza all'Onu
Il ministro ha ricordato che la Cina è contraria al lancio di missili che violano il trattato di non proliferazione. Kim Jong-un ha annunciato che il regime potrebbe condurre ulteriori test missilistici nel Pacifico.

La prima scadenza è imminente ma riguarda solo i bambini dei nidi e delle scuole dell'infanzia.

Si semplificano, per le famiglie, gli adempimenti per attestare l'effettuazione delle vaccinazioni. Sarà poi l'Asl, che riceverà le autocertificazioni dalle scuole, a verificare la veridicità di quanto dichiarato ed eventualmente a convocare le famiglie. Il novero delle vaccinazioni obbligatorie e gratuite per i minori di età compresa tra zero e sedici anni comprende Anti-poliomielitica, Anti-difterica, Anti-tetanica, Anti-epatite B, Anti-pertosse, Anti-Haemophilus injluenzae tipo B, Anti-morbillo, Anti-rosolia, Anti-parotite e Anti-varicella. In questo caso il soggetto è comunque obbligato ad adempiere per tutte le altre vaccinazioni previste dal piano vaccinale tramite la somministrazione di vaccini monocomponente o combinati ma senza l'antigene della malattia per la quale risulta immunizzato.