Muore in ospedale: cadavere lasciato vicino ai bagni. I medici: "È falso"

Muore in ospedale: cadavere lasciato vicino ai bagni. I medici:

Un uomo trasportato da un'autoambulanza, in situazione di codice rosso, al pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli è morto, poco dopo nel corridoio del reparto di Chirurgia d'urgenza ed è stato poi lasciato per alcune ore su di una barella, in una stanzetta di medicheria, vicino al bagno che è solitamente utilizzato dai degenti del reparto e dai loro parenti. Siamo veramente esterrefatti. Non è vero che dalle 8 del mattino e per tre ore il cadavere è rimasto stand-by in uno dei servizi igienici.

Come descrivere quanto raccontato da una testimone di un episodio che ha del raccapricciante. Tutto nasce dalla notizia, contestata dal direttore generale dell'ospedale, di un cadavere abbandonato per ore davanti al bagno. Daniela, figlia di una paziente in cura presso l'ospedale, non poteva crederci ma, dopo aver costatato la verità, si è sfogata sui social: "Ho fatto fatica a crederci, ma quando sono arrivata dentro ho constatato di persona il livello di degrado a cui siamo arrivati". "Stavo per svenire. Poi, ho deciso, dopo sette ore trascorse in pronto soccorso in attesa, che mia madre fosse ricoverata e dopo una notte sulla barella in corridoio proprio a fianco del pover'uomo che già era in agonia: tutto questo va denunciato", ha ribadito la donna ancora incredula. "E perciò ho immediatamente postato l'accaduto su Facebook". La morgue del Cardarelli, primo ospedale del capoluogo Campano, si trova ben distante dai reparti e generalmente, in casi come questi, viene impiegata un'ambulanza per trasportare i corpi senza vita.

Incendi boschivi: da 10 giorni Vigili del fuoco impegnati sul Monte Morrone
Intanto fiamme alte continuano a bruciare, si propagano, seminano il nero della distruzione. Il fuoco è anche sopra il Tempio e Santuario di Ercole Curino.

E' ufficiale, evento iPhone il 12 settembre nel teatro 'Steve Jobs'
Huawei ha registrato nel primo trimestre una crescita del 29% a 34 milioni di smartphone , con una quota di mercato del 9%. Un vero e proprio tempio dell'innovazione e della progettualità rivolta al futuro dei mezzi e della comunicazione .

Cuscinetto dell'Ammortizzatore Monroe
Il compito principale dell'ammortizzatore è quello, appunto, di assorbire le vibrazioni prodotte dall'auto in movimento. Senza ammortizzatori, l'auto su strada si usurerebbe molto più facilmente, sopratutto nelle zone con presenza di buche.

L'ospedale ha sostenuto da subito che "la salma non è mai stata 'appoggiatà nel bagno, come incautamente riportato da alcune testate online, né tantomeno per 3 ore". "Il paziente, come sempre accade al Cardarelli, - prosegue la Nota - ha ricevuto il massimo rispetto, nella malattia e, purtroppo, anche nella morte". "La direzione strategica provvederà ad intraprendere ogni azione necessaria al fine di evitare che la distorsione dei fatti possa causare un danno di immagine all'azienda ospedaliera". "Noi - ha precisato Verdoliva, intervistato da Rainews 24 - sicuramente avvieremo un'inchiesta interna". Ho già avuto la cartella clinica. Siamo molto attenti su queste cose. Probabilmente le persone non avevano l'orologio puntato all'ora giusta o hanno fatto un racconto, diciamo così, con un po' di colore.