I nuovi diritti dei dipendenti: controllare le loro email è privacy violata

I nuovi diritti dei dipendenti: controllare le loro email è privacy violata

Per i giudici europei, al contrario, quelli rumeni non si sono assicurati se la privacy del lavoratore fosse sufficientemente protetta da eventuali abusi da parte del datore. La Corte di Strasburgo ha fissato dei nuovi paletti entro i quali inserire le possibilità di sorvegliare le comunicazioni via web dei dipendenti di una azienda. Inoltre, deve essere specificata sia la motivazione che la modalità in cui questa pratica verrà messa in atto.

Senza una previa notifica l'amministratore del sistema non può accedere alle comunicazioni del lavoratore. La Corte indica anche che il monitoraggio delle comunicazioni non deve superare certi limiti e deve essere stabilito il grado d'intromissione nella privacy del lavoratore che il controllo ha raggiunto.

Una cosa che secondo i giudici di Strasburgo viola l'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, ossia il diritto al rispetto della vita privata e familiare, del domicilio e della corrispondenza. Inoltre, bisogna determinare se sono state monitorate tutte le comunicazioni o solo una parte e se il controllo è stato limitato nel tempo, oltre a sapere quante persone hanno avuto accesso ai risultati della sorveglianza. È quindi necessario fare una distinzione tra il flusso delle comunicazioni e il loro contenuto.

Ryanair, nuove rotte da Napoli: "Due milioni di passeggeri entro il 2018"
In ogni caso, al di là del compratore, "serve una ristrutturazione", ha spiegato il manager. Secondo l'ad "ci può essere un futuro molto positivo per il lungo raggio di Alitalia".

Renzi, a Genova perché non fuggo
Io ho detto 'aiutiamoli davvero a casa loro' . "Non l'avessi detto, è venuta giù la rivoluzione". Abbiamo bisogno di una visione molto seria con l'immigrazione . "Altrimenti non si va avanti ".

Usa, uragani: Harvey fa 60 vittime. Florida minacciata da Irma
Intanto sale il bilancio delle vittime di Harvey: sono 60 i morti accertati, ma mancano all'appello ancora diversi dispersi. I venti dell'uragano soffiano ad una potenza impressionante: dagli ultimi dati arrivano addirittura a toccare i 280 km/h .

Il caso preso in esame è quello di Bogdan Mihai Barbulescu, un cittadino romeno nato nel 1979. Le istanze giuridiche della Romania, che si erano espresse a favore del licenziamento, non avrebbero "correttamente protetto il diritto dell'interessato al rispetto della sua vita privata e della sua corrispondenza", scrive Strasburgo.

La Corte europea dei diritti umani ha stabilito che monitorare le email e le altre comunicazione elettroniche di un impiegato sul posto di lavoro lavoro equivale a una violazione del diritto a avere una vita privata e una propria corrispondenza. La sua colpa? Aver utilizzato per comunicare con il fratello e la fidanzata l'account Yahoo Messenger che l'impresa gli aveva chiesto di aprire per rispondere alle richieste dei clienti Pochi giorni prima del provvedimento, l'azienda aveva diffuso una circolare che ricordava agli impiegati che l'uso di internet, telefono e fotocopiatrice per ragioni private poteva costituire una causa di licenziamento per ragioni disciplinari.