Bimba morta di malaria dopo vacanze sull'Adriatico

Bimba morta di malaria dopo vacanze sull'Adriatico

Il parassita comune ai quattro pazienti, tra cui due pediatrici, è il plasmodium falciparum, di cui ci sono diverse forme. "Di questo si sta occupando l'Istituto superore di sanità", ha precisato Di Palma.

Se il ceppo "risultasse invece differente, allora il contagio sarebbe avvenuto in un contesto diverso".

Il timore è che la bimba sia stata contagiata da una puntura di zanzara infetta sul litorale veneto. Si indaga su quanto possa aver influito la presenza nella struttura di altri due bambini che presentavano gli stessi sintomi di Sofia, ma che dalla malaria sono guariti per poi essere dimessi.

Lei ha sentito la famiglia? Finora non ci sono stati risultati. L'importante è che si chiarisca che questa cosa non c'entra niente con i profughi e l'immigrazione. Con i Nas sono arrivati anche i componenti della Commissione del Ministero della salute e personale dell'Iss.

L'isolamento, in caso di un paziente con malaria, non è previsto, perché ci vuole un vettore.

Primavera, Gattuso: "Voglio vedere il veleno. Kessié è più forte di me"
Kessie? Per me è più forte di me fisicamente, fa paura , ha più gol e qualità rispetto a me: è stato un grandissimo acquisto. Gattuso sui giovani: "Spesso i ragazzi hanno il difetto di non sapere stare in campo, stiamo lavorando su questo".

Spalletti alla GDS: "Juve e Napoli avanti, ma possiamo fare bene"
Nasco ala destra ma sono pronto a giocare anche a sinistra o come prima punta , dipende dai programmi della squadra. Con chi hai legato? Ho già fatto amicizia con Dalbert ma anche con altri compagni che parlano il francese.

Terremoto in Messico di magnitudo 8,4
Il terremoto ha fatto scattare un allarme tsunami anche per Guatemala , El Salvador , Costa Rica , Nicaragua , Panama e Honduras . Proprio per questo il governatore del Chiapas, Manuel Velasco , ha chiesto agli abitanti di evacuare le zone costiere.

Riguardo al fatto che la malaria non esiste assolutamente i dati del ministero della Salute ci dicono che tra il 2000 e il 2008 sono stati rilevati 6377 casi, di cui 9 di origine autoctona e 6368 di importazione, in particolare 1749, che rappresentano il 27,5% del totale, sono stati riscontrati in cittadini italiani e 4619 (72,5%) in cittadini stranieri. Quello che non vorrei è che del triste caso di Sofia restasse solo una corsa alle ipotesi e le polemiche evitando l'essenziale. Lo ha scritto ieri in un post su Facebook il papà, Marco, della bambina di 4 anni morta per malaria il 4 settembre a Brescia, dopo i ricoveri a Portogruaro (Venezia) e a Trento. La piccola Sofia abitava a Piedicastello, uno dei quartieri più antichi di Trento. Quindi la bimba è trasportata d'urgenza a Brescia.

I genitori non riescono a capire in quali circostanze Sofia abbia potuto contrarre la malaria. Prima un esordio di diabete, il 13 agosto, mentre era in vacanza a Bibione, le cure negli ospedali di Portogruaro, subito, e di Trento, dal 16 al 21 agosto, una faringite il 31 agosto, con antibiotici prescritti al pronto soccorso di Trento, infine la malaria.

Questo tipo aggressivo di morbo viene trasmesso dal Plamodium Falciparum, la specie più aggressiva di un protozoo parassita trasmesso dalla zanzara Anopheles. Il mondo è diventato piccolissimo, in 24 ore puoi raggiungere qualunque destinazione, e questo significa che non servono i migranti per andare a prenderci la malaria, ce la prendiamo e portiamo a casa benissimo da soli. In questo clima di allarme qualcuno sostiene che sia possibile che a trasmettere la mortale malattia siano state delle uova di plasmodio portate involontariamente da che ha effettuato viaggi in Africa o in paesi cosiddetti malarici. Paternoster ha aggiunto che "saranno effettuati indagini approfondite assieme ai servizi di veterinaria ed igiene pubblica per trovare le cause di quanto accaduto". E quindi si stanno facendo tutti gli accertamenti e le verifiche. Giusto il tempo che si spengano i riflettori dei media e tutto sembra non esistere più.

Ogni anno in Italia si registrano fra 700 e 800 casi di malaria. Era stata rilevata solo una lieve carenza di globuli bianchi che era compatibile con la diagnosi di diabete.