Meteo in Campania, è allerta piogge e frane

Meteo in Campania, è allerta piogge e frane

Le zone che, secondo quanto riporta salernotoday, dovrebbero essere colpite più particolarmente sono: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Tusciano e Alto Sele, Piana del Sele e Alto Cilento, Basso Cilento.

Dalle 22 di stasera scatta l'allerta arancione per tutte le zone del territorio, laddove al momento è invece di colore giallo.

Intanto, il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, ha disposto la chiusura di tutte le scuole cittadine per domani 11 settembre e l'evacuazione di 16 famiglie residenti in località San Felice sul versante nordest del territorio comunale. "Si chiede - spiega il primo cittadino - la massima diffusione della notizia onde evitare episodi di disagi per tutte le famiglie interessate". Scuole chiuse in molti comuni della regione.

A confermarlo è anche la Protezione civile che ha diffuso il bollettino meteo per la giornata di domani.

Francia: sparatoria nella stazione di Noyon, quattro morti
Una di queste si sarebbe uccisa subito dopo l'assalto , mentre l'altra si è data alla fuga ed è ricercata dalla polizia. Una donna e i suoi due figli sarebbero stati uccisi da colpi di arma da fuoco esplosi da due persone.

Pallotta a Roma: "Totti allenatore? Da manager sta facendo un gran lavoro"
Staremo a vedere cosa accadrà, del resto il buon Francesco è libero di scegliere di fare quello che vuole. "Mi fermerò per le prossime tre partite".

Protezione civile proroga allerta meteo in tutta la Campania
Venerdì 8 settembre la giornata sarà caratterizzata da generali condizioni di cielo parzialmente nuvoloso, temperature comprese tra 22 e 27°C.

L'inizio dell'anno scolastico quindi è previsto per martedì 12 settembre. Previste anche misure di monitoraggio delle strade cittadine con presidi di Polizia locale e personale della Protezione civile.

L'allerta meteo riguarda tutto il territorio.

"Nelle zone di allerta sono possibili frane e colate, rapide di fango o di detriti, significativi ruscellamenti con trasporto di materiale, voragini e fenomeni di erosione". E' possibile, infatti, che si verifichi il trasporto a valle dei materiali prodotti dalla combustione.

L'Agenzia Regionale di Protezione Civile ha già provveduto "a preallertare la colonna mobile regionale, e a raddoppiare i turni delle proprie sale operative al fine di poter far fronte ad eventuali esigenze di soccorso che dovessero pervenire dal territorio".