Briatore senza filtri: "La donna deve lavorare, altrimenti rompe i maroni…"

Briatore senza filtri:

L'argomento affrontato recentemente da Flavio Briatore è la 'parità dei sessi': secondo l'imprenditore, la donna che non lavora, rompe. "E' giusto che la donna lavori anche perché altrimenti ha solo motivo di romperti i maroni dal mattino alla sera invece una che lavora e ha i figli diventa più sicura e matura". Soprattutto se femministe. Dopo la sua recente intervista, in occasione di un incontro sul "gentil sesso" organizzato dal Corriere della Sera, a Milano, Flavio Briatore è finito nel mirino del ciclone.

"La gente lavora per sopravvivere, senza cercare il genio che ha dentro di sé e svilupparlo, anche i giovani hanno tante idee, alle volte anche molto buone, ma alla prima difficoltà nel metterle in pratica, si demoralizzano". "Tutto un altro rispetto".

Il Napoli perde Chiriches: infortunio contro il Bologna
Il Napoli ha diramato la lista dei convocati per la partita di domani sera in Champions League contro lo Shakhtar Donetsk . Chiriches si è allenato a parte per una lieve lussazione alla spalla che lo ha costretto ad abbandonare il campo ieri sera.

Il paradiso delle signore 2 anticipazioni, chi è Lorena?
Intanto l'uomo le presenta Rose , la sua ex moglie, che ormai pare l'abbia dimenticato tanto da sposare l'attore Frank Aprile . La prima puntata de Il paradiso delle signore 2 comincia all'insegna di un fidanzamento, quello appunto tra Teresa e Pietro .

Allegri, domani la Juve deve segnare
I mediani, in questo caso, sarebbero Busquets e Rakitic, mentre il trio alle spalle di Suarez vedrebbe Dembelé , Messi e Iniesta . Penso alla giocata e cerco di dare il meglio , ma ho i miei compagni che mi aiutano tanto e mi fanno giocare tanti palloni.

Mai mettersi contro le donne. No. Briatore va oltre: "Io ho avuto rapporti anche con gente famosa, che guadagnava, però ero sempre io che guidavo la macchina, loro erano nel sedile vicino".

L'imprenditore piemontese ha poi sul rapporto con suo figlio Nathan Falco che ha 7 anni: "Io gli parlo come a una persona adulta, non come a un bambino. Perché se fai guidare la macchina a loro, allora o ti abitui a fare il numero 2, ma il numero 2 non va bene, finché posso faccio il numero uno". E lui mi dà consigli.