Maltempo: 5 morti nel livornese

Maltempo: 5 morti nel livornese

Sette morti e un disperso dispersi, di cui sono riprese all'alba le ricerche: è questo il drammatico bilancio del violentissimo nubifragio che si è abbattuto su Livorno la notte tra sabato e domenica quando in 4 ore è caduta la pioggia di 3 mesi: 400 mm di acqua dalle 2 alle 6 di mattina. La 34enne era stata travolta da un'onda anomala nei pressi della sua abitazione; anche il marito era stato travolto ma è stato fortunatamente ritrovato vivo dai soccorritori.

L'ipotesi più accreditata è che la persona dispersa possa essere stata trasportata al largo dalla piena del rio Ardenza.

Dopo aver messo in ginocchio la Toscana, l'ondata di maltempo si è spostata verso Sud colpendo pesantemente la Campania con danni nel Casertano, a Marcianise, per chicchi di grandine "grandi come palle da tennis" e nel Napoletano. Il sindaco Filippo Nogarin ha scritto su Twitter che la città è stata "ferita" dal nubifragio, mentre in un secondo tweet ha aggiunto che la città è stata "devastata dal maltempo come mai prima d'ora", aggiungendo di aver chiesto lo stato di calamità.

Sulla terraferma invece le forze in campo dei pompieri sono 90 unità mentre è previsto l'arrivo di 130 volontari della protezione civile da Emilia Romagna e Liguria. È proprio su loro, sul ritrovamento dei dispersi - ha detto Rossi - che dobbiamo concentrare gli sforzi.

Lazio, Inzaghi: "Ci eravamo preparati bene, Immobile un trascinatore"
Avendo centrato con merito l'Europa League sarà più complicato, avremo meno tempo per preparare le partite e allenarci. Immobile? L'ho voluto con tutte le forze, sapevo che ci avrebbe aiutato perché lo conoscevo come calciatore.

Serie A: poker della Lazio al Milan
Al terzo fallo però il fischietto toscano si arrende e concede il penalty per un'entrata irregolare di Kessie su Luis Alberto . Non contento al 50′ parte in contropiede e serve Luis Alberto che tutto solo davanti a Donnarumma non sbaglia e fa 4-0.

La Terra di Mezzo: l'Ombra della Guerra
I giocatori saranno coinvolti in un mondo più ricco, personale ed espansivo, colmo di eroi e malvagi, località memorabili, nuovi pericolosi nemici e ancora più personaggi e varie personalità, con storie tutte nuove da scoprire e raccontare.

Quella verificatasi a Livorno per il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi "non è una situazione straordinaria, si tratta di una situazione che si ripete, rispetto alla quale bisogna, come sollecita anche il Presidente della Repubblica, tutti quanti attrezzarci".

L'altro disperso è Gianfranco Tampucci, che viveva in un terra-tetto in via D'Alò, investito dall'esondazione di un corso d'acqua. Ora e' il momento di far funzionare al meglio la macchina dei soccorsi e dare aiuto a tutti coloro che hanno bisogno - dice il Sindaco -. Sono così 7 le vittime a Livorno, 8 se si conta anche il giovane morto in un incidente stradale avvenuto durante la forte pioggia.

Sulla polemica tra Rossi e Nogarin è intervenuto anche il ministro dell'Ambiente Galletti: "Oggi non è possibile con questa costituzione avere un centro meteo nazionale, perché la meteorologia è affidata alle Regioni: questo è un errore, è un errore grave da segno rosso, perché oggi avere invece un centro meteo nazionale con delle linee guida nazionali rafforzerebbe il sistema". Lo afferma la presidenza della CEI, che inoltre comunica che "d'intesa con il Vescovo Simone Giusti, ha stabilito immediatamente lo stanziamento di un milione di euro, dai fondi dell'8xmille, per far fronte alla prima emergenza". Solidarietà anche da parte di molte singole diocesi e di numerosi volontari che si sono resi disponibili.