Legge contro l'apologia di fascismo, Beccalossi attacca Fiano

Legge contro l'apologia di fascismo, Beccalossi attacca Fiano

"Il testo all'esame dell'Assemblea introduce una norma che contraddice la prevalente giurisprudenza" si può leggere nella relazione del deputato 5S "dando luogo a misure potenzialmente e sostanzialmente arbitrarie o liberticide, che mal si coordinano con la vigente normativa "antifascista".

I numeri alla Camera non dovrebbero riservare sorprese: la legge dovrebbe essere approvata con i voti a favore della maggioranza e della sinistra, contrari Forza Italia, Fdi, Lega nord e M5S.

Nostalgici rendono omaggio alla tomba di Mussolini a Predappio È in programma per martedì 12 settembre la votazione del ddl Fiano, contro la propaganda fascista e nazifascista. Una giustificazione che fa acqua da ogni dove, anche perché la sua legge va a estendere altre due leggi che in Italia già esistono, la Scelba del 1952 e la Mannino del 1993. La proposta di legge inoltre prevede "la reclusione da sei mesi a due anni, con la pena aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici", come ad esempio Facebook. Si tratta di "pura demagogia" e di "una legge di facciata" secondo il Movimento 5 stelle, che spiega: "Abbiamo proposto con grande serietà di aggiornare alle insidie del web e quindi rendere più severe le pene della legge Scelba, salvaguardando allo stesso tempo tutti i beni riconosciuti di carattere storico-culturale, artistico e architettonico", si legge in una nota dei deputati M5s della commissione Giustizia. Particolarmente soddisfatto è soprattutto Emanuele Fiano, il deputato dem ispiratore della legge in questione. La legge prevede l'introduzione dell'articolo 293-bis del codice penale che punisce "chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco". La verità è che il fascismo è una dottrina politica vietata dalla nostra Costituzione, un'ideologia che pretende di riportare le lancette della storia ad un'era che è stata foriera di violenze, morte, negazione dei diritti delle persone e alla concezione intollerabile che lo Stato sia idealmente riconducibile ad un uomo solo al comando. Nello specifico è previsto il reato che punisce "chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco".

Dove vedere Barcellona-Juventus in streaming e in diretta tv
Troppi gli errori difensivi dei bianconeri , che vanificano quanto fatto intravedere di positivo in fase di possesso. Qualche problema in più per Allegri , il tecnico deve fare a meno di Chiellini , Mandzukic , Khedira e Marchisio .

Mario Balotelli, è Clelia la ragazza del pancione misterioso
La nuova compagna si chiama Serena ed è pugliese, nativa di Lecce . "Contattata da Chi , la ragazza ha evitato di rispondere alla domanda su chi sia il padre del bambino".

Spagna: Corte costituzionale blocca legge indipendenza Catalogna
Il corteo si trasforma in una gigantesca X umana per richiamare il segno sulla scheda elettorale per il referendum per l'indipendenza dalla Spagna del 1 ottobre.

Stop alla propaganda fascista.

In particolare, con la nuova legge sarebbe un reato anche fare il saluto romano, così come la cosiddetta "Marcia su Roma" che il partito di estrema destra Forza Nuova vorrebbe organizzare nella Capitale in occasione dell'anniversario della vera marcia voluta da Benito Mussolini che segnò l'inizio della dittatura fascista.

Viene punito anche chi istiga, con qualunque modalità, a commettere o commette atti di violenza o di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi: in questo caso si incorre nel carcere da sei mesi a quattro anni.