Russia: falsi allarmi bomba. Decina di migliaia di persone sfollate

Russia: falsi allarmi bomba. Decina di migliaia di persone sfollate

Anche a Mosca l'allarme bomba è scattato provocando lo sfollamento del centro commerciale di lusso GUM vicino al Cremlino e in totale il disagio ha coinvolto oltre 15 mila persone.

Il ministero delle emergenze russo ha reso noto l'allarme e così corpi speciali della polizia, unità cinofile e specialisti in esplosivi sono stati dispiegati a Mosca per perlustrare le zone di interesse preventivamente evacuate.

Nei giorni scorsi nelle grandi città come Stavropol, Yuzhno-Sakhalinsk, Magadan, Vladivostok, Perm, Kaliningrad, Krasnoyarsk e Yakutsk si sono registrate diverse telefonate anonime in cui si avvertiva della presenza di bombe in musei, palazzi amministrativi, centri commerciali, cinema, scuole e università.

L'agenzia di stampa russa Interfax ha riferito che finora non è stato trovato nessun ordigno esplosivo.

Tribunale di Milano: "Fabrizio Corona non può essere considerato un delinquente professionale"
Fabrizio Corona è ancora "socialmente pericoloso", ha scritto il giudice nel provvedimento. Mi hanno detto che l'istanza di scarcerazione che abbiamo presentato è prematura.

IPhone 8 e iPhone 8 Plus: prezzi e caratteristiche
Tim Cook - in diretta dal nuovissimo Steve Jobs Theatre di Cupertino - ha infatti svelato gli iPhone del decennale ma non solo. Apple ha inoltre creato il proprio ISP per avere un autofocus a basse luci più rapido e una riduzione del rumore migliore.

Processo Udeur, Mastella assolto dopo nove anni
L'inchiesta nei confronti di Mastella disegnò l'Udeur come un centro di potere basato su illeciti di vario tipo. E Mastella ne ricorda, però, soprattutto le conseguenze sul piano personale e familiare.

"Sembra un caso di 'terrorismo telefonico', ma dobbiamo verificare la credibilità di questi messaggi", ha riferito una fonte dei servizi di emergenza alla Tass, rilevando che le chiamate sono arrivate allo stesso tempo e sono proseguite anche dopo l'inizio delle evacuazioni disposte per consentire le ispezioni degli edifici interessati dagli allarmi bomba.

Tra i luoghi colpiti ci sono le stazioni ferroviarie più importanti della capitale, una dozzina di centri commerciali, un hotel e almeno tre università.

Le stazioni coinvolte sono la Leningradsky, Kazansky e Kievsky, già tornate operative. Sono state disposte alcune evacuazioni. Le telefonate sarebbero giunte dall'Ucraina.