Lecce, ragazza scomparsa: il fidanzato confessa l'omicidio

Lecce, ragazza scomparsa: il fidanzato confessa l'omicidio

Un frame di un video amatoriale che mostra il fidanzato 17enne di Noemi Durini, la 16enne trovata morta (era scomparsa il 3 settembre scorso) mentre in uno scatto d'ira rompe a colpi di sedia i vetri di un'autovettura parcheggiata nei pressi di un bar ad Alessano, città in cui il giovane vive. La mattina successiva la vettura è stata sequestrata. Sotto inchiesta anche il padre del giovane, di 41 anni. Un particolare che potrebbe indicare che Noemi possa aver incontrato qualcuno, una volta sola.

Prima delle ammissioni, il ragazzo era stato già iscritto nel registro degli indagati.

Da quanto si apprende il delitto dovrebbe risalire proprio alle prime luci dell'alba del 3 settembre, giorno a cui risale la scomparsa di Noemi. Come se dovessero scambiarsi per strada solo qualche parola o effusioni fugaci. Oramai si affievoliscono smpre di più le speranze che la ragazza torni, che si sia trattato di una ragazzata. Dopo una decina di minuti la vettura riparte. A fari spenti. E l'illuminazione pubblica non funziona più.

La famiglia di Noemi continua a lanciare appelli affinché chi sa qualcosa sulla sparizione collabori alle indagini. In queste ore gli specialisti del Saf si stanno calando con un'autoscala a circa 40 metri di profondità all'interno di una vora, nella località di Barbarano. Da Specchia ad Alessano e ritorno, fino a Barbarano e a Morciano di Leuca, tutto il Capo di Leuca, anche oltre.

Kate Middleton veut faire bouger le protocole pour son 3e accouchement
Autant de questions et si peu de réponses qui ont mis tous les bookmakers du pays en émoi. Mais la duchesse de Cambridge , elle, a un frère et une sœur.

Anticipazioni Squadra mobile, seconda e terza puntata: 20 e 27/9
Nel Comune di Roma vi è infatti una grande rete di corruzione e malaffare. Il cerchio si stringe intorno a Claudio Sabatini . Squadra Mobile 2 parte bene ma non decolla.

Doping di Stato, Wada assolve 95 atleti russi su 96
L'agenzia mondiale antidoping ( Wada ) ha deciso di assolvere 95 atleti russi su 96 nell'ambito dell'inchiesta sul doping di stato in Russia emersa dal rapporto McLaren nel luglio 2016.

Importante l'impegno delle autorità nella ricerca di Noemi Durini, una ricerca senza sosta che prevede la collaborazione del Saf. Una relazione mal vista. L'iscrizione del suo nome nel registro degli indagati è stata disposta dalla Procura per i minorenni di Lecce per permettere l'esecuzione di accertamenti utili alle indagini.

Mamma Durini è stata colta da un malore ed è stato indispensabile l'intervento dell'ambulanza. Quella notte sarebbe stata con il suo fidanzato a bordo di una Fiat 500, che è stata perquisita ma dove non sono state trovate né tracce di sangue né qualcosa di sospetto. Si indaga per capire se è vero che nelle loro vite fossero entrati personaggi del Basso Salento poco raccomandabili e coinvolti nel passato in inchieste penali.

"Noemi, per favore, torna a casa, ti stiamo aspettando". E perché nei giorni precedenti alla scomparsa aveva condiviso su Facebook un lungo post contro la violenza sulle donne? Non è amore se ti fa paura di essere ciò che sei.