Juve, Dybala: "Io come Messi? Vorrei vincere quanto lui"

Juve, Dybala:

Per dare un'idea di ciò che sta facendo Dybala, basti vedere che un altro connazionale come Mauro Icardi, che ha segnato un gol ogni 70 minuti giocati (e ogni 16 tocchi di palla), è distante tre lunghezze nella classifica cannonieri.

E' la seconda tripletta in pochi giorni. L'impressione è che l'intesa, pur affinabile, sia già a buoni livelli, probabile che nelle prossime uscite scopriremo se questa mediana riuscirà a sopportare l'impiego di esterni meno diligenti in fase di copertura come Douglas Costa e Bernardeschi, non certo delle ali esclusivamente offensive ma di certo lontani dai livelli di applicazione di Mandzukic. "Li lascio a casa, sul divano (ride, ndr)".

Non ha ancora fatto sentire la sua presenza in zona-goal, ma non è certamente quello il suo compito; Matuidi aiuta in modo silenzioso, ma fondamentale, la libertà tattica di Pjanic, che infatti è sempre stato uno dei migliori in campionato.

Cassano: "Scudetto, per me vince l'Inter! Genio in panchina"
Ho deciso di andarmene, ho rinunciato a un bel po' di soldi e non tutti lo fanno. C'è una rosa forte e poi in panchina hanno un genio come Luciano Spalletti .

Bimba muore a un anno aggredita dai pitbull di famiglia
Per il Codacons infatti queste è una tragedia annunciata e l'associazione ha chiesto che vengano presi dei provvedimenti. Inutile, a quanto pare, anche il tentativo del nonno di salvarla, visto che anche lui è rimasto ferito nell'aggressione.

Napoli. Si rinnova il miracolo di San Gennaro
Il cardinale Crescenzio Sepe prende le ampolle dalla Cappella del Tesoro e il sangue è già liquefatto. Il 19 settembre a Napoli si festeggia San Gennaro , il santo patrono della città di Napoli .

Chi lo ha detto che Matuidi non può giocare in un centrocampo a due?

Altrimenti è da matti paragonare Dybala a Messi prima della sfida con il Barcellona, ridimensionarlo dopo il confronto diretto e poi rieleggerlo fenomeno per la tripletta di Sassuolo.

Rispetto allo scorso anno la Viola appare indebolita (dopo la perdita di Gonzalo Rodríguez, Borja Valero, Vecino e Kalinic) anche se dopo le due cadute consecutive di inizio campionato, Pioli sembra essere riuscito ad apportare gli aggiustamenti necessari, di cui sono testimonianza il largo successo contro il Verona e la vittoria con il Bologna. "Lui ha vinto tanto, spero di fare lo stesso anche io".

La standing ovation del Mapei Stadium lo ha onorato: 'Mi fa piacere, la gente apprezza il mio gioco. Questo è un segno che stai diventando un 'calciatore di tutti'.