Ilva: Am InvestCo prevede 4 mila esuberi, protestano i sindacati

Ilva: Am InvestCo prevede 4 mila esuberi, protestano i sindacati

I dipendenti del Gruppo Ilva che la cordata Am InvestCo intende impiegare per il rilancio del gruppo siderurgico sono 9.930.

Manganaro ha anche chiarito che lunedì non andrà al Mise "Resteremo a Genova e porteremo avanti la battaglia con i nostri lavoratori". Gli esuberi saranno circa 4.000.

Al Grande Fratello Vip Jeremias Rodriguez rischia seri provvedimenti: ecco perché
Jeremias Rodriguez , il fratello di Belen , si è lasciato andare a confessioni privatissime nel corso del Grande Fratello Vip . Durante il racconto dell'avvenimento, ha citato come presenti se stessa, il fratello e un'altra persona.

Cirio, condanna definitiva per Geronzi
La condanna per la quale e' stato disposto un nuovo esame per Cragnotti rappresentava il cuore del processo. Sentenza definitiva , invece, per Geronzi .

Trump: Iran non ha rispettato spirito dell'accordo sul nucleare
Il disaccordo sull'Iran è soltanto uno fra i tanti. "Abbiamo sottolineato più volte che l'accordo non è rinegoziabile". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

"La trattativa per Ilva - si legge in una lettera di Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria a Carlo Calenda e Teresa Bellanova, rispettivamente ministro e viceministro dello Sviluppo economico e ai commissari di Ilva- parte come peggio non poteva". Nel dettaglio, 7.600 sarebbero impiegati a Taranto, 900 a Genova, 700 a Novi ligure, 160 a Milano, 240 in altri siti. "Si parla quindi - aggiungono i due sindacalisti - di 4mila esuberi, distribuiti in tutti i siti; per gli assunti ci sarà un nuovo contratto di lavoro, rinunciando quindi all'anzianità di servizio e all'integrativo aziendale e determinando in tal modo un taglio salariale consistente e inaccettabile".

Pronta è arrivata la risposta dei sindacati: "Se questo è l'atteggiamento di Mittal nei confronti dei lavoratori diretti - denuncia la Fiom Cgil - il rischio è il massacro sociale dei lavoratori dell'indotto". "Occorre un segnale forte del territorio, a tutti i livelli, poichè Ilva non resti un "problema" dei soli lavoratori e delle loro famiglie, ma di tutta la collettività ionica e dell'intero Mezzogiorno - concludono i sindacati - ora o mai più è necessario il fronte comune dei lavoratori e dell'intero territorio". L'organico complessivo di gruppo - considerando anche Ism, Ilvaform e Taranto Energia - è di 9.930 unità dirigenti compresi (di cui 9.600 per i tre stabilimenti). Respingiamo con forza i criteri posti a fondamento delle strategie di Am-InvestCo, i numeri degli esuberi dichiarati e i rispettivi dettagli da discutere nella convocazione prevista per lunedì 9 ottobre a Roma. A questi addetti vanno aggiunti i dipendenti francesi delle società Socova eTillet che rientrano nel raggio del gruppo. "Governo e Am InvestCo sappiano che, per quanto ci riguarda, l'avvio della procedura come strutturata è irricevibile e pertanto, se non totalmente riconsiderata la comunicazione, vedrà di fatto conclusa la discussione negoziale del tavolo di incontro ministeriale convocato per lunedì prossimo".