Bologna-Crotone 2-3, rimonta e grande cuore per i calabresi

Bologna-Crotone 2-3, rimonta e grande cuore per i calabresi

Pesantissima vittoria esterna del Crotone sul campo del Bologna nell'anticipo della dodicesima giornata di Serie A: i pitagorici espugnano il capoluogo emiliano imponendosi per 3-2 dopo essere andati al riposo in svantaggio per 1-2. Alla battuta va Verdi, che magistralmente porta in vantaggio i rossoblu. Pronti via per la seconda parte con Di Francesco che è rimasto nello spogliatoio per un colpo subito al ginocchio da Sampirisi. Nel primo quarto d'ora non si registrano grandi occasioni da rete ma a preoccupante è un Crotone che non sa opporre resistenza. Replica calabrese al 42′, con Budimir che insacca in tap-in su deviazione corta di Da Costa. La squadra di Donadoni vola sulle ali dell'entusiasmo e va addirittura vicina al raddoppio con Poli qualche minuto dopo, ma il Crotone non si perde d'animo, si riorganizza e riacciuffa il pareggio al 42′: Trotta si invola, penetra in area e prova il diagonale, Da Costa si oppone ma a rimorchio arriva Budimir che ribadisce in rete e firma l'1-1. Al suo posto spazio a Krejci, che andrà a giocare sulla fascia sinistra. Con l'aiuto del Var l'arbitro assegna un rigore al Crotone. Donadoni butta nella mischia Destro, che, solo in area all'80', potrebbe pareggiare se il cross di Krafth fosse preciso. Sulle ali dell'entusiasmo gli ospiti ribaltano il risultato dopo due minuti: gran bordata dai sedici metri di Budimir che sigla la personale doppietta e regala il vantaggio alla compagine calabrese. Gli emiliani attaccano a testa bassa ma il risultato non cambia più. A questo punto il Bologna reagisce di rabbia e inserisce tutte le punte (Destro e Falletti per Donsah e Masina), ma la squadra di Nicola è ordinata e porta il match fino alla fine. A disp.: Santurro (GK), Ravaglia (GK), Nagy, Demaio, Petkovic, Taider, Destro, Krejci, Mbaye, Maietta, Falletti, Okwonkwo.

Il primo ministro del Libano Saad Hariri ha annunciato le sue dimissioni
Hariri si trova attualmente in Arabia saudita: il suo annuncio è stato trasmesso dall'emittente satellitare al Arabiya . La reazione dell'Iran: dimissioni sono "chiaramente una decisone saudita contro Hezbollah".

Giancarlo Tulliani, l'incredibile racconto del suo arresto a Dubai
Destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per riciclaggio nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Roma, Tulliani, fratello della compagna dell'ex leader di An Gianfranco Fini , e' stato arrestato giovedi' scorso.

Roma, Di Francesco: "Domani non dobbiamo essere presuntuosi. Dzeko giocherà"
L'allenatore conferma questa linea con grande convinzione: "Ha detto bene, dobbiamo recuperare e dovremo vincere anche domani". Ci sono corse differenti, è il duro lavoro del mediano che per qualità anche fisiche hanno grandissima qualità di corsa".

Allenatore: Roberto Donadoni.: Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Simić, Pavlović; Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian (dal 60' Rohden); Budimir (dal 92' Simy), Trotta (dall'82' Izco).