Malagò: "Non posso commissariare la FIGC, ma fossi Tavecchio mi dimetterei"

Malagò:

"Come sapete - aggiunge - è padrone di assumersi le responsabilità, ma se fossi in lui mi dimetterei".

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha commentato la mancata qualificazione dell'Italia al mondiale del 2018 usando parole abbastanza forti. Una rinascita che deve iniziare da scelte importanti, che potrebbero portare anche ad una rivoluzione: "Il calcio italiano va rifondato". Ma indipendentemente da questo credo che la serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo 'storica' imponga a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al Presidente Tavecchio e al CT Ventura. "Un uomo di istituzioni - ha aggiunto - deve ascoltare tutti ma anche ragionare con buonsenso con quelle che sono le norme". Su Ventura gli elementi sono abbastanza acclarati.

A proposito del settore giovanile: "Dall'Under 21 sono arrivati segnali importanti negli ultimi mesi, ma anche li' c'è stata la delusione della mancata qualificazione alle ultime due Olimpiadi". Però qui non siamo chiamati a fare valutazioni filosofiche o 'politiche' ma soltanto a giudicare la capacità professionale di apportare vantaggi al nostro movimento calcistico, sia di primo livello che di base. Ad oggi - continua - questi tre fatti non ci sono. Quindi un messaggio all'indirizzo del capitano degli Azzurri: "Vorrei ringraziare Buffon perché ieri ci ha messo la faccia. Ci sono stati investimenti, attenzione e interesse al mondo del calcio femminile, ma anche lì l'Italia manca da sempre a una grande manifestazione".

Calciomercato Napoli, ecco il contratto proposto a Vrsaljko; intanto l'Atletico…
I partenopei, con Roberto Inglese ormai prenotato, si stanno muovendo soprattutto per gli esterni difensivi dove i nomi sul taccuino di Cristiano Giuntoli sono tantissimi.

Anche Piunti a Roma chiede più attenzione verso i Comuni
Sono stati quasi cinquanta i sindaci della delegazione di Anci Toscana , guidata dal presidente Matteo Biffoni, che stamani a Roma hanno partecipato a " Le città del futuro ".

Buffon: "Il calcio italiano ha un futuro"
Il rischio di scivolare oltre la ventesima posizione è davvero molto concreto e questo creerà problemi per i prossimi anni. Niente sesto Mondiale per il capitano azzurro che ha commentato l'eliminazione in lacrime ai microfoni della Rai.

Ventura? "Niente rinnovo" Un plauso particolare Malagò lo rivolge a Milano: "Complimenti alla città di Milano e a San Siro, io c'ero".

Ventura ha anche tentato di difendere il suo operato, smentendo ancora una volta le voci di dissapori e di fratture fra lui e lo spogliatoio, come dimostrato anche dallo screzio con De Rossi in panchina. Con l'indiretto probabilmente supera il miliardo, anzi sicuramente supera il miliardo. "C'è da valutare un'infinità di cose, parleremo con la federazione, ci confronteremo e affronteremo la situazione". "Si è preso la palla per 48 ore, lasciamogliela".