Obbligo pneumatici invernali 2017/2018: tutto quello che c'è da sapere sulle ordinanze

Obbligo pneumatici invernali 2017/2018: tutto quello che c'è da sapere sulle ordinanze

Anas ricorda che a partire dal 15 novembre 2017 e fino al 15 aprile 2018 è in vigore l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sui tratti delle strade statali maggiormente esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

La normativa che introduce l'obbligo di montare gomme invernali sulle auto e sui mezzi pesanti è disciplinata dall'articolo 6 del Codice della Strada introdotto dalla legge n.120 del 29 luglio 2016, ma spetta agli enti che gestiscono le singole tratte decidere se imporre o meno l'obbligo, segnalato attraverso il Segnale di Catene da Neve Obbligatorie. Questo significa che il disegno di un pneumatico invernale è specificatamente realizzato per la destinazione d'uso. Gli pneumatici M+S senza snowflake sono invece considerati all seasons, ovvero gomme per tutte le stagioni, che generalmente sono montate sui crossover e i SUV.

Come scegliere un casinò con la roulette
Regole della scommessa Ci sono diverse caratteristiche scommettendo alle roulette nei casinò online. Raccomandiamo di familiarizzarti con una visione d’insieme dei migliori casinò di roulette.

Meteo, neve anche in pianura. Bologna bianca. Previsioni: ancora maltempo
Ci riuscirà nella giornata di lunedì 13, ma il tempo comincerà a peggiorare ulteriormente già da domenica. Le nevicate dovrebbero raggiungere anche la zona del Carso triestino, a partire dai 300 metri di quota.

Scappa con l'amante, i figli la sequestrano e vengono arrestati
E il titolare di uno degli hotel, imbufalito per il mancato pagamento di 500 euro, ha contattato il familiari della donna. Rintracciare l'albergo di Miramare in cui la donna aveva soggiornato non è stato difficile per i figli.

4 - Che cosa si rischia? Le autorità sono intervenute per precisare il tipo di gomme utilizzabili: fino al 30 settembre 2024 è consentito montare pneumatici M+S prodotti fino alla fine dei quest'anno. Con condizioni meteo difficili o previsioni avverse anche i sindaci possono con ordinanza imporre la circolazione nelle aree urbane con pneumatici da neve o in alternativa catene a bordo. È possibile anche utilizzare catene, "ragni" o altri dispositivi antisdrucciolevoli, se conformi alla norma UNI 11313, che dal 1 aprile 2013 sostituisce l'omologazione CUNA NC 178-01, o alle norme ON V5117, ON V5119 o ON V5119, oppure alla norma ON V5121, normalmente riferita a "calze da neve", in riferimento al ricorso presentato da un produttore e alla relativa circolare del Ministero dell'Interno; infine, possono essere usati anche altri dispositivi legalmente fabbricati e/o commercializzati in Unione Europea, Turchia e nello spazio EFTA (Associazione Europea di Libero Scambio), purché equivalenti UNI 11313 e ON V5117 in termini di affidabilità e sicurezza, dotati di certificazioni ed indicazioni di utilizzo, come previsto dal decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti del 10 maggio 2011. Quindi, tutti avvisati, è l'ora di chiamare il gommista per un appuntamento, per non rischiare di vedersi arrivare una sanzione tutt'altro che leggera - da 41 a 168 euro nei centri abitati e da 84 euro a 335 euro fuori dai centri abitati - oltre che l'eventuale decurtazione di 3 punti sulla patente e il fermo del veicolo fino a quando non si rispetti la normativa.

In caso di non rispetto delle regole, le Forze dell'Ordine possono applicare una sanzione pecuniaria da 85 a euro 338 (59,50 euro per pagamento entro 5 giorni).