Ritrovato l'albero rubato in Galleria

Ritrovato l'albero rubato in Galleria

I carabinieri lo hanno poi ritrovato a terra in vicoletto Terzo Politi, ai Quartieri Spagnoli, quasi all'altezza del corso Vittorio Emanuele.

Gli ignoti ladri di abeti di Natale hanno anche portato via tutte le decorazioni.

L'albero di Natale nella Galleria Umberto I di Napoli è stato segato e trafugato nella notte tra il 21 e 22 dicembre. Non sono trascorse neanche 24 ore che l'albero risulta tagliato di netto, probabilmente con una motosega.

Matteo Salvini lancia la nuova Lega: "Arriveremo al 20%"
La Lega muta nel suo dna, un'evoluzione darwiniana fortemente cercata da Matteo Salvini . Scompare del tutto il verde della Padania, la scritta "Nord" e pure il sole delle Alpi .

L'anno nuovo porta la carta d'identità elettronica
Il pagamento avviene direttamente allo sportello il giorno della richiesta della carta di identità elettronica . La richiesta deve essere accompagnata da una fototessera e dalla tessera sanitaria contenente il codice fiscale.

Vecchia Guardia scrive a Babbo Natale
Dalle ore 15 alle ore 18 saranno narrati racconti e fiabe ai più piccoli, ai quali saranno donati anche splendidi regali. E la risposta di Babbo Natale non si è fatta attendere.

Per questo Natale inizialmente si era deciso di non farlo, i commercianti della galleria si erano rifiutati di sprecare energie e denaro per allestire un albero che tanto sarebbe stato sicuramente rubato o distrutto.

All'alba l'albero già non c'era più suscitando lo sdegno degli esercenti e degli abitanti.

Anche qualche anno fa i carabinieri ritrovarono in alcuni locali dei quartieri Spagnoli diversi alberi rubati per essere poi dati alle fiamme nel falò tradizionale del 13 gennaio, giorno della ricorrenza di sant'Antonio Abate. Possibile che nessuno ha visto niente? A farsene portavoce e' il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli: "E' assurdo che, al di la' dell'albero di Natale, non si riesca a tutelare un bene qual e' quello della galleria Umberto per il quale ormai non resta altro da fare che pensare a una recinzione come e' stato fatto per la galleria Sordi a Roma".