La Costituzione compie 70 anni. Grasso: "Sempre attuale e vitale"

La Costituzione compie 70 anni. Grasso:

A ricordarlo e a sottolineare la solennità del compleanno di domani, 27 dicembre, è il sindaco di Lecco Virginio Birivio. Si apre con questo articolo la Costituzione italiana che compie oggi settant'anni.

La firma della Costituzione non è solo l'atto solenne e conclusivo di un percorso iniziato con la lotta antifascista e la Resistenza, ma il segno tangibile di una sintesi tra idee e sensibilità politiche e culturali diverse, unite nel valore fondante della Carta Costituzionale, nei suoi principi ispiratori e nei diritti che riconosce e garantisce a tutti i cittadini senza distinzioni.

Mercoledì per la prima volta il testo originale della Carta madre della Repubblica torna nella Sala di Palazzo Giustiniani dove - il 27 dicembre 1947 - fu promulgata dal Capo dello Stato Provvisorio Enrico De Nicola e controfirmata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi, dal Guardasigilli Giovanni Grassi e dal Presidente dell'Assemblea Costituente Umberto Terracini. Delle difficoltà, delle tensioni e degli entusiasmi di quel periodo è fedele ed imparziale testimone il francobollo, protagonista della storia.

"L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro". La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi.

Cuscinetto dell'Ammortizzatore Monroe
Il compito principale dell'ammortizzatore è quello, appunto, di assorbire le vibrazioni prodotte dall'auto in movimento. Senza ammortizzatori, l'auto su strada si usurerebbe molto più facilmente, sopratutto nelle zone con presenza di buche.

Milan, Capello in tackle su Bonucci: ''Non sa difendere''
Ma non sa difendere, ha grandi problemi in questo fondamentale. "È perfetto per giocare a tre, a quattro fa fatica". Chi la pensa in modo contrario a Leo è l'ex allenatore di Milan , Roma e Juventus tra le altre: Fabio Capello .

Il pressing del Napoli per Zenga: "Verranno a prenderci al pullman"
E ancora, con un pizzico di ironia: "Il Napoli va a pressare pure i raccattapalle, ci viene a prendere al pullman". I quattro goal presi dalla Lazio mi danno fastidio, ma non bisogna qualificare la prestazione con i gol presi.

Della "democrazia economica", in cui tra lo Stato e il mercato, il mondo cattolico pensò "lo stato sociale", se ne occupò la III Sottocommissione in particolare Amintore Fanfani.

Le sue posizioni sulla Costituzione repubblicana richiamavano la profonda concezione dei nessi tra etica e politica e le ragioni specifiche della lunga polemica contro la "partitocrazia", non escludendo le sue prospettive per le riforme costituzionali da quella del sistema bicamerale a quella per lo sviluppo di un modello politico degli assetti regionali.

Un sacerdote che si è sempre battuto in difesa della moralizzazione della vita pubblica e dell'economia sociale di mercato.