Carrefour Tivoli: i selfie con gli agnellini appena scuoiati, protestano gli animalisti

Carrefour Tivoli: i selfie con gli agnellini appena scuoiati, protestano gli animalisti

Si tratta di due dipendenti di un supermercato Carrefour sono finite nel mirino degli animalisti. Nel frattempo è partita la più classica delle gogne mediatiche in chiave social: commenti, insulti e critiche hanno invaso la pagina ufficiale di Carrefour Italia. Gli utenti le avrebbero riconosciute e sono impiegate nella macelleria della sede di via Tomei, a Tivoli.

La notizia, insieme alle foto, è arrivata fino in Canada dove è stata condivisa, sempre su Facebook, dall'associazione " Toronto Cow Save" che annota ai margini: Mocking the dead baby animal like his life was completely irrelevant: prendere in giro un cucciolo di animale, come se la sua vita fosse del tutto irrilevante.

Sei bambini sono morti per lo scoppio di una mina in Afghanistan
In questo caso, via Twitter, i talebani hanno invece escluso qualsiasi coinvolgimento nell'atto terroristico. Più tardi si è verificata una seconda esplosione, che a quanto pare ha preso di mira un centro culturale.

Grave lutto per Rihanna: cugino ucciso in una sparatoria
La popstar, 29 anni, torna indietro al vicino Natale appena trascorso insieme: "Non avrei mai pensato che sarebbe stata l'ultima volta che avrei sentito il calore del tuo corpo".

Politiche 2018: domani scioglimento delle Camere ma Gentiloni non si dimette
Il tempo delle elezioni costituisce un momento di confronto serrato, di competizione. Anche questo decreto dovrà essere controfirmato dal presidente della Repubblica .

Non accenna a placarsi la furia animalista contro due dipendenti di un supermercato di Tivoli, che si sono fatte fotografare mentre "giocavano" con la carcassa di un agnellino morto, a cui è stato messo un ciuccio in bocca, e con la testa di un maialino. Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi Movimento Animalista, è stato tra i primi lanciare la polemica social, rivolgendosi direttamente alla catena.

Poco dopo l'Ente nazionale protezione animali, sezione Roma, che ha rincarato la dose: "Succede che in un supermercato qualcuno pensa di essere simpatico e ironico beffeggiando e umiliando la vita negata". Alla fine Carrefour Italia ha preso ufficialmente le distanze e comunicato l'avvio di "un'indagine interna per chiarire quanto accaduto e poter prendere quindi i dovuti provvedimenti verso i responsabili": "Carrefour Italia condanna fermamente atti di tale gravità - sottolinea in una nota Carrefour - L'azienda si scusa con tutti coloro che si sono sentiti offesi da tale indegno comportamento, ben distante dai propri valori etici, e comunica di aver immediatamente avviato accertamenti interni per chiarire quanto accaduto e poter prendere provvedimenti verso i responsabili di questa condotta inappropriata". Immagini talmente forti da far star male non solo vegetariani e vegani ma anche chi vegetariano o vegano non e'.