Ilva: Regione Puglia rinuncia sospensiva

Ilva: Regione Puglia rinuncia sospensiva

"È un segnale positivo - prosegue il ministro - che scongiura il rischio spegnimento il 9".

Il braccio di ferro sull'Ilva tra il ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, entra in una fase di tregua elettorale.

"Ora - conclude il ministro - lavoriamo insieme per il ritiro del ricorso".

Morgan non paga gli alimenti: pignorata la casa a Monza?
Il provvedimento è del tribunale civile di Monza che ha disposto la vendita che inizierà il prossimo meso di gennaio. Pignorata e messa in vendita la casa del cantante Marco Castaldi, in arte Morgan .

Palermo, 76enne trovato morto nel suo appartamento. Si indaga per omicidio
Ad allertare le forze dell'ordine è stata una donna che non riusciva a mettersi in contatto con il pensionato di 76 anni. La vittima è un 76enne che, secondo le prime indiscrezioni, potrebbe essere rimasto vittima di un'aggressione .

Roma e Sassuolo, chi va in svantaggio non prende punti
Per me gli schemi possibili sono 4-3-3 e, appunto, 4-2-4 in determinati momenti della partita, nella mia idea non c'è il 4-2-3-1. La mia forza è di rendere le sconfitte nel modo giusto ma questo passa anche attraverso le vittorie sporche che danno fiducia.

Emiliano ha anche affermato che "il Natale ha fatto bene a Calenda che, dopo aver fatto saltare la riunione del 20 dicembre, adesso ha espresso il desiderio di lavorare con la Regione Puglia e il Comune di Taranto". Ricordo infatti che prima di iniziare la riunione del Tavolo Ilva lo scorso 20 dicembre, la Regione Puglia e il Comune di Taranto avevano chiaramente dichiarato, ribadendolo poi nel corso dell'incontro, l'intenzione di rinunciare alla richiesta cautelare, attesa la convocazione del tavolo e l'inizio dei lavori.

"Credo che si utilizzi la stessa parola per dire cose diverse - continua Manganaro -: l'accordo di programma per Genova prevede concessioni demaniali, fa parte di una legge dello Stato che è la Finanziaria, c'è uno "scambio" tra lavoro e ambiente e hanno firmato in tanti".

"Penso che abbia ragione il governo emi sono rivolto in modo istituzionale e rispettoso a Emiliano eal sindaco di Taranto". Tutto possiamo fare tranne che mandare in fumo quei posti di lavoro e quelle risorse. "Ma sono sicuro che troveremo una soluzione", aveva sentenziato ieri il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nella consueta conferenza stampa di fine anno. "Mi preoccupano - sottolinea - il presidente della Regione Puglia e il sindaco di Taranto: anche i sindacati, Fiom, compresa, hanno chiesto di ritirare il ricorso, e questo la dice lunga".