Capodanno con la Superluna

Capodanno con la Superluna

Il 2018 comincia con uno spettacolo mozzafiato nei cieli: la Superluna. "La prossima Superluna apparirà poco più del 7% più grande e un po' più luminosa della media, ma non sarà facile cogliere queste differenze - spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project -". Il nostro satellite toccherà la minima distanza dalla Terra (perigeo) il primo gennaio alle 22.56. L'ultima occasione sarà il 31 gennaio.

Il Virtual Telescope riprenderà la prima Superluna dell'anno mentre sale sull'orizzonte di Roma condividendone la visione con una diretta il 1 gennaio 2018, a partire dalle 17.00. Stando a quanto dichiarato, a fine mese sarà possibile ammirare nuovamente questo fenomeno atmosferico, questa volta noto come 'Blue moon' (la Luna è chiamata così quando si trova al Plenilunio per due volte nello stesso mese). La notte del primo gennaio sarà visibile la Superluna più grande del 2018.

Piroapp: l'app su legalità e sicurezza dei fuochi pirotecnici
Manca poco all'ultimo anno e in molte città si celebrerà l'arrivo del 2018 con colorati, ma rumorosi, spettacoli pirotecnici. QUESTO ARTICOLO ricorda, sotto il profilo sanitario, quali cautele assumere e quali rischi si corrono nell'uso dei botti .

Mattarella scioglie le Camere: elezioni il 4 marzo
Proseguono però gli appelli per l'approvazione dello ius soli . E "il famoso fanalino di coda dell'Europa non siamo più noi".

Gattuso si tiene il punto: "Bonucci può dare di più, bravo Calhanoglu"
Io sono contento delle sue prestazioni, può fare di più ma per quello che dà all'interno dello spogliatoio è fondamentale per noi. In venti minuti, scrive stamane La Gazzetta dello Sport , Calhanoglu ha dato ragione a Gattuso , che lo vedeva in crescita.

Il fenomeno della Luna al Perigeo, il punto più vicino alla Terra vale a dire una distanza di 356.565 chilometri, si verificherà domani sera alle 22.56 circa apparendo, là dove il cielo sarà sereno, più grande e luminosa del solito. "Le variazioni in gioco sono modeste, non certo apprezzabili da osservatori occasionali, tuttavia aggiungono fascino all'evento, trasformandolo in un prezioso pretesto per ammirare il nostro satellite naturale nel contesto del cielo stellato e condividerlo con il pubblico".