Verona, accendono un braciere per riscaldarsi: due giovani muoiono intossicati dal monossido

Verona, accendono un braciere per riscaldarsi: due giovani muoiono intossicati dal monossido

Verona - Due studenti di 21 anni, Alex Ferrari (di Arzignano, Vicenza) e Luca Bortolaso (nato a Soave, Verona e residente a Lonigo, Vicenza), sono morti a causa delle esalazioni di monossido di carbonio in un'abitazione di Ferrara di Monte Baldo, in provincia di Verona. A causare le esalazioni, secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco, il cattivo funzionamento di un braciere che i quattro avevano usato per riscaldarsi. Sul posto, oltre ai Carabinieri, i Vigili del Fuoco, un'ambulanza della Croce Verde Intemelia e l'automedica del 118.

Colpite due ragazze di 18 anni, poi trasportate in codice giallo a Firenze, all'ospedale di Careggi, e anche due ragazzi di 18 anni, trasferiti invece in codice verde al pronto soccorso dell " ospedale di Pistoia. L'abitazione era stata affittata per trascorrere il Capodanno. L'allarme è stato dato immediatamente ma, all'arrivo dei soccorsi, per i due amici non c'era già più nulla da fare.

Oroscopo 2018 di Paolo Fox a I Fatti Vostri: link e grafici
Gennaio e febbraio saranno mesi di recupero in quanto gli ultimi mesi del 2017 sono stati di fatto molto pesanti. Ecco i grafici che evidenziano l'andamento dell'amore , del lavoro e della fortuna segno per segno.

Capodanno, spari in aria per il veglione: 12enne ferito
Un 12enne, nella città partenopea, è rimasto ferito da un proiettile vagante mentre era affacciato al balcone di casa. Un 27enne di Castel Volturno rischia di perdere l'occhio destro a causa di un'esplosione incontrollata.

Come scegliere un casinò con la roulette
Regole della scommessa Ci sono diverse caratteristiche scommettendo alle roulette nei casinò online. Raccomandiamo di familiarizzarti con una visione d’insieme dei migliori casinò di roulette.

I ragazzi erano in vacanza sulla montagna pistoiese e hanno inalato il gas diffuso dal malfunzionamento della caldaia della casa.

I quattro hanno accusato gli stessi sintomi: forte mal di testa, nausea, vomito. Ora i giovani stanno bene e sono fuori pericolo. Sette gli intossicati, fra i quali quattro minori, la notte tra l'1 e il 2 gennaio a Bologna in un appartamento di un condominio in via Martiri di Monte Sole, zona Arcoveggio.