Mano bionica impiantata a donna veneta, primo caso in Italia

Mano bionica impiantata a donna veneta, primo caso in Italia

Ma la notizia è filtrata soltanto nelle ultime ore. Si tratta di una versione della mano bionica migliorata rispetto a quella del 2014, impiantata ai tempi su un uomo danese.

Sono in via di pubblicazione i risultati del primo impianto su un cittadino italiano della mano robotica, il sistema bionico in grado di far percepire alla persona il contatto con gli oggetti, strumento realizzato dalla Scuola Superiore Sant'Anna insieme al Politecnico di Losanna.

Mano bionica completa di tatto: primo impianto al Gemelli di Roma
MANO BIONICA IMPIANTATA IN UNA DONNA/ Almerina Mascarello: ora si mira a usare la tecnologia clinicamente

"Il controllo miocinetico, ovvero la decodifica delle intenzioni motorie attraverso magneti impiantabili nei muscoli - spiega una nota della Scuola Sant'Anna -, è la nuova frontiera nella ricerca sulle protesi di arto superiore e rientra nelle attività di ricerca del progetto Myki, finanziato dal Consiglio Europeo delle Ricerche, che propone per la prima volta l'utilizzo di un'interfaccia uomo-macchina che si basa sui principi del campo magnetico, superando gli approcci convenzionali che fanno riferimento alla registrazione dei segnali elettrofisiologici". Micera specifica che "un altro sistema trasforma l'informazione registrata dai sensori della mano in segnali da inviare ai nervi e quindi in informazioni sensoriali". Ma l'obiettivo, come ha raccontato il neuro-ingegnere Micera, è quello di "rendere questa tecnologia utilizzabile clinicamente. Ti senti completo". Il Neurologo della Cattolica ha espresso tutta la sua soddisfazione per il risultato raggiunto: "Tutto è stato miniaturizzato e studiato in modo tale che il prossimo paziente a completare la parte sperimentale in teoria potrebbe indossare gli elettrodi a vita".

Trattandosi di un prototipo, la mano bionica è stata per ora rimossa dal corpo della signora Mascarello. A maggio è previsto l'arrivo di una mano interamente progettata per lei. Tutte cose normali che ad Almerina Mascarello non erano più possibili e che oggi, grazie a una mano sensibile, finalmente ritrova quasi come 25 anni fa. Nei test, Almerina - che era bendata - è stata in grado di dire se l'oggetto che stava toccando era duro o morbido. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Nel giugno del 2016, il gruppo del neurochirurgo Paolo Maria Rossini, del Policlinico Gemelli di Roma ha eseguito l'intervento che ha ridato ad Almerina Mascarello la possibilità di usare entrambe le mani.

Inter, la verità di Spalletti sul calciomercato
RICARICARE LE PILE - "Le abbiamo già ricaricate, c'è da crescere, c'è da far sapere ai nostri calciatori che c'è da migliorarsi". ICARDI AI COMPAGNI - "Gli ha insegnato come si fa di destro, di sinistro, di testa a girarla verso la porta".

Game of Thrones: la HBO conferma che l'ultima stagione debutterà nel 2019
Memori delle parole di Ned Stark , dovremmo iniziare a mettere a frutto il tempo che ci separa dall'ultima stagione di Game of Thrones che a pensarci bene non sarà poi molto .

Influenza, si avvicina il picco
Dall'ultima settimana dell'anno in Italia sono circa 800 mila le persone che si stanno arrabattando tra febbre, tosse e diarrea . E il picco deve ancora arrivare. "Il virus dell'influenza , quest'anno, si conferma un ceppo con una sintomatologia medio grave".