Cina, rogo petroliera: si teme disastro

Cina, rogo petroliera: si teme disastro

Pechino, 8 gen. (askanews) - Ci sono forti timori per un disastro ambientale incombente al largo delle coste cinesi: una petrolieria iraniana che si è scontrata con una nave cargo è in fiamme da due giorni e rischia di esplodere o di affondare con tutto il suo carico di greggio. I 32 uomini dell'equipaggio, in maggioranza iraniani, risultano ancora dispersi.

Per la National Iranian Tanker Co., armatrice della petroliera, è la seconda collisione in meno di due anni, nell'agosto del 2016 infatti, un'altra petroliera della compagnia è stata implicata in una collisione con un portacontainer svizzero causando ingenti danni ad entrambe le navi ma, fortunatamente, senza aver causato riversamenti di petrolio in mare. In salvo, invece, i 21 componenti dell'equipaggio del mercantile CF Crystal, tutti di nazionalità cinese.

Ilva, Emiliano: "Tratto solo con il premier"
Ragionamento: la centralità che Comune e Regione si sono dati non è giustificata, non hanno titolo per presentare il loro ricorso .

Napoli, Sarri si nasconde: 'Juve? Può chiudere oltre i 90 punti, noi...'
Io mi arrabbio anche nelle partite di allenamento, dobbiamo concentrarsi sul nostro potenziale. Dieci partite senza gol su venti? Un innesto per provare davvero a vincere lo scudetto .

Svezia, esplosione fuori dalla metro di Stoccolma: 2 feriti
Soccorso e trasportato in condizioni critiche, è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate. Stoccolma blindata in seguito ad un'esplosione avvenuta vicino ad una stazione della metro .

Secondo i dati delle autorità cinesi, la Sanchi trasportava 150 mila tonnellate (quasi 1 milione di barili) di condensato, un tipo di raffinato ultraleggero.

La Cina e la Corea del Sud hanno mobilitato navi e aerei per la ricerca dell'intero equipaggio della petroliera, mentre anche la Marina Usa ha inviato da Okinawa un aereo P-8A.