Cinema, un 2017 "orfano" di Zalone: crollano (-44%) i biglietti venduti

Cinema, un 2017

Al contrario nel 2017 soltanto due produzioni nazionali hanno a stento superato i 10 milioni.

Se la tendenza al ribasso è per tutto il cinema in sala, la presentazione dei dati del mercato cinematografico nel 2017 identifica senza dare adito a dubbi nel cinema di casa nostra il "grande malato", in crisi di appeal verso un pubblico che, come ha precisato il presidente AnicaFrancesco Rutelli durante la presentazione, è attratto fortemente dalla spunta di cambiamenti globali come "le nuove piattaforme", ma anche verso la sempiterna piaga della pirateria, "che purtroppo continua a essere in aumento".

Senza Checco Zalone il cinema italiano soffre.

Il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di euro in meno (con un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni) rispetto al 2016, che era stato uno dei migliori in tempi recenti, caratterizzato dal successo del film di Checco Zalone Quo Vado (65,3 milioni, circa il 34 per cento degli incassi e il 31 per cento delle presenze del cinema italiano nel 2016) e di Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese (17,3 milioni).

Google lancia G Pay, il sistema di pagamenti unificato
Potrà essere utilizzato anche per gli acquisti alle casse dei negozi, un po' come avviene già con Apple Pay . Google Wallet e Android Pay da oggi diventano un'unica cosa.

Fiumi di fango in California, 13 morti e oltre 20 dispersi
La maggior parte dei residenti non è stata evacuata, anche se il giorno prima era stato consigliato dalle autorità locali. Notevoli le difficoltà incontrate dai soccorritori in quanto è tutto era ostruito.

Il segreto di Valentino Rossi: "Ma quale dieta"
Il rider di Tavullia ha il contratto in scadenza con la casa di Iwata e potrebbe decidere anche di non rinnovare per il 2019. Quando lui parla, tutti gli ascoltano: rende famosi gli altri piloti.

Il calo conferma il trend del box office in generale, dove le pellicole, non solo di casa nostra, hanno visto un calo di incassi (-11,63%) e spettatori (-12,38%).

Débacle del cinema italiano nel 2017: meno 46,35 per cento rispetto al 2016 per numero di presenze (pari a 16.880.223) e meno 44,21 per cento per biglietti venduti (18,28 per cento del totale).

Da ultimo, è opportuno comunque segnalare che il 2017 ha comunque migliorato, seppur di poco, il risultato del 2014. Non solo: se consideriamo il numero di spettatori che è andato al cinema a vedere un film italiano, il crollo è ben più drammatico: -46,35% rispetto al 2016 per numero di presenze (pari a 16.880.223) e -44,21% per biglietti venduti (18,28% del totale).

Il primo incasso italiano del 2017 è stato registrato dal film "La bella e la bestia": un totale di biglietti staccati di 20,5 milioni di euro. Tra i primi dieci titoli ci sono due pellicole vietate ai minori di 14 anni ("Cinquanta sfumature di nero" e "It"). Per trovare il primo titolo italiano occorr scendere ala nona posizione con L'Ora legale, il film con Ficarra e Picone distribuito da Medusa (1,8 milioni di presenze e 10,3 milioni di incasso), seguito da Mister Felicità, distribuito da 01 Distribution (1,7 milioni di presenze e 10,2 milioni di incasso).