Pronto soccorso e influenza: i numeri dell'impennata

Pronto soccorso e influenza: i numeri dell'impennata

Dei 1528 accessi (circa 400 in più rispetto allo scorso periodo dell'anno scorso), 256 sono le persone che sono state ricoverate per accertamenti nel nostro nosocomio. Negli ultimi giorni il personale in servizio in Pronto Soccorso ha dovuto fronteggiare ritmi frenetici per riuscire a fornire assistenza a centinaia di pazienti che quotidianamente si sono presentati nel presidio. O con una complicanza della sindrome influenzale.

Il segreto di Valentino Rossi: "Ma quale dieta"
Il rider di Tavullia ha il contratto in scadenza con la casa di Iwata e potrebbe decidere anche di non rinnovare per il 2019. Quando lui parla, tutti gli ascoltano: rende famosi gli altri piloti.

Khedira: "Anche la Lazio in corsa per lo scudetto, quest'anno sarà difficile"
Dovremo lavorare molto per vincerlo, dobbiamo restare concentrati, ma ripetersi sarà complicato". Tutto è ancora da giocare e non vedo l'ora di tornare a vincere qualcosa con questa maglia".

Come scegliere un casinò con la roulette
Regole della scommessa Ci sono diverse caratteristiche scommettendo alle roulette nei casinò online. Raccomandiamo di familiarizzarti con una visione d’insieme dei migliori casinò di roulette.

"Anche noi abbiamo notato una crescita, ma per fortuna non abbiamo avuto casi molto gravi che abbiano avuto necessità di essere assistiti nel reparto di rianimazione dopo le diagnosi in pronto soccorso", spiega Francesco Orlandini, direttore sanitario della Asl 4 Chiavarese. A questo si sommano i normali afflussi per le patologie cardiologiche e respiratorie e, nel week-end appena passato, anche un giorno festivo in più che, per i medici di 118 e Pronto Soccorso significa un numero di accessi maggiore anche per patologie che, normalmente, verrebbero trattate dai medici di base. "Almeno in rapporto a quello che accade nell'area metropolitana". Inoltre, grazie alla collaborazione con i Medici di medicina generale, anche durante il prossimo fine settimana rimarrà aperto l'ambulatorio a bassa intensità (dedicato alla visita dei pazienti classificati con codici bianchi) presso il Pronto soccorso del San Martino. "Abbiamo trovato posti letto per tutti - dice Orlandini - E voglio fare un plauso agli operatori del pronto soccorso e degli altri reparti per l'impegno che hanno messo e stanno mettendo in questo momento complicato".