Soffitto crolla addosso ai migranti: sequestrato il centro d'accoglienza

Soffitto crolla addosso ai migranti: sequestrato il centro d'accoglienza

Uno di loro, ferito in maniera grave, è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Galliera in codice rosso.

Davi all'1.40 di notte era al pronto soccorso dell'ospedale Galliera al fianco di tre dei sette feriti, fra cui il gambiano (e non nigeriano come trapelato in un primo momento) che subito sembrava il più grave perché in codice rosso ma ora, dopo l'esito negativo della tac, potrebbe essere dimesso. Sottoposto ad accertamenti ealle cure dei sanitari è stato dichiarato fuori pericolo. Nel centro di via Sampierdarena erano ospitati anche altri due migranti. Il crollo è avvenuto nel salotto del centro di accoglienza mentre i migranti guardavano la tv.

"Stavamo dormendo quando ci è crollato tutto addosso". Eravamo sommersi dalle macerie'. In effetti le notizie che rimbalzano dagli altri due ospedali, il Villa Scassi e l'Evangelico di Voltri, raccontano di feriti non gravi.

Germania: ok accordo di grande coalizione tra Merkel e Schulz
La Merkel ha quindi assicurato che "la Germania troverà le soluzioni con la Francia per raggiungere l'obiettivo". Si tratta di una misura più vicina alle posizioni conservatrici rispetto a quelle dei socialdemocratici.

La Boldrini attacca Di Maio: "M5s non ha valori di sinistra"
La presidente di Montecitorio parla anche delle alleanze in vista delle elezioni regionali che si terranno insieme alle politiche il prossimo 4 marzo.

Venerdì 12 gennaio a Roma ci sarà uno sciopero dei mezzi pubblici
La richiesta fu motivata anche in previsione dell'incremento dei flussi turistici in prossimità delle feste natalizie. In relazione allo sciopero , le zone a traffico limitato del centro di Roma e di Trastevere non saranno attive.

Dopo l'arrivo dei soccorsi, anche il sindaco Marco Bucci si è recato sul posto.

'Sono cose che non devono succedere a gente che è nostra ospite, dobbiamo capire il perché e fare in modo che non succeda più', ha affermato il primo cittadino di Genova. "Non avevamo mai avuto nessun segnale premonitore che potesse crollare il controsoffitto altrimenti - aggiunge - avremmo provveduto subito a metterlo in sicurezza".

Sulla dinamica dell'incidente sono in corso indagini da parte della squadra di polizia giudiziaria dei pompieri. Sotto sequestro l'immobile, che pare fosse stato recentemente ristrutturato.