L'ESA attacca duramente il presidente Trump: dichiarazioni sugli immigrati "ripugnanti"

L'ESA attacca duramente il presidente Trump: dichiarazioni sugli immigrati

Già nella giornata di ieri, ad ogni modo, era stato il capo dei diplomatici di Teheran, Mohammad Zarif, ad accusare (neppure troppo velatamente) Donald Trump di voler sabotare l'accordo concluso nel luglio del 2015.

A seguito delle dure parole utilizzate dal presidente degli Stati Uniti Donald #Trump per descrivere i Paesi da cui provengono i #migranti a cui viene riconosciuta la protezione internazionale, etichettate come xenofobe e razziste, non poteva che far seguito l'indignazione mondiale, capeggiata dalle Nazioni Unite e dall'Unione Africana, che chiedono al tycoon di scusarsi con tutte le persone direttamente o indirettamente interessate dalle frasi da lui pronunciate.

Prendendo una decisione inaspettata, l' Entertainment Software Association (ESA) ha commentato le ultime dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sugli immigrati di Haiti e dell'Africa. "I ripugnanti commenti del presidente minano i valori fondamentali che ci determinano come nazione. Non c'è altra parola che si possa usare se non razzista". In realtà, secondo il quotidiano britannico Guardian, questo sarebbe un falso motivo: il presidente vorrebbe evitare possibili contestazioni da parte della gente. "Se confermato e non smentito ufficialmente, si tratta di un pensiero vergognoso e scioccante" ha detto il portavoce dell'Alto Commissione per i Diritti Umani ONU Zeid Ra'ad Al Hussein, Rupert Colville. Molti utenti hanno accusato il presidente americano di razzismo e ignoranza, ricordando che lo scorso anno aveva parlato della Namibia ribattezzandola "Nambia".

Roma, 12 gen. (askanews) - Gli Stati uniti hanno venduto aerei da caccia F-52 alla Norvegia.

Treni, siglato il nuovo contratto di servizio con la Regione
Delrio e i vertici delle Ferrovie dello Stato hanno riconosciuto al Veneto di essere la prima Regione ad aver colto quest'opportunità.

Ciclismo, Tirreno-Adriatico nel ricordo di Scarponi: un traguardo di tappa a Filottrano
Con la tappa che termina a Filottrano , abbiamo voluto ricordare il nostro amico, l'indimenticabile Michele Scarponi . Basta scorrere l'elenco dei partenti e l'albo d'oro di 52 edizioni per rendersene conto.

Man United, Mourinho: "Sanchez fenomenale, ma non posso dire di più"
Forse siamo alla fine della storia, di una bruttissima storia fatta di insulti e provocazioni. Non crediamo nel comprare giocatori tanto per comprare, solo per fare qualcosa.

"Alcuni politici a Washington scelgono di combattere per paesi stranieri, ma il presidente combatterà sempre per gli americani", ha dichiarto il vice portavoce della casa bianca, Raj Shah.

Haiti, El Salvador e alcuni Stati africani sono "un buco di culo di Paese" e gli Stati Uniti dovrebbero smetterla di accogliere immigrati dai quei posti. "Voglio sicurezza per il nostro popolo", ha detto. A New York, però, è stata mostrata più prudenza che sdegno.

In base all'accordo, scrive Trump, il muro con il Messico non avrebbe finanziamenti "adeguati", il sistema di lotteria per i permessi di soggiorno sarebbe "peggiorato" e gli Usa "sarebbero costretti a prendersi grosse quantità di persone da paesi con un "alto tasso di criminalità" e che sono "messi male"".