Embraco, una nuova speranza per i 497 a rischio licenziamento

Embraco, una nuova speranza per i 497 a rischio licenziamento

Nel silenzio dei ministero per lo sviluppo economico, Calenda impegnato ormai da tempo in campagna elettorale e in una sua personale disputa contro Regione Puglia e Comune di Taranto che, a dire il vero, ci mettono anche del proprio. Per i lavoratori di Embraco, società brasiliana controllata Whirlpool che ha annunciato la chiusura della fabbrica alle porte di Torino, sono i giorni più difficili. Il possibile avvio di una procedura di licenziamento era nell'aria.

Prima con l'assemblea davanti alla fabbrica, a Riva presso Chieri, alla presenza dei sindacati. Nel 2017 erano stati evitati i licenziamenti grazie ad un contratto di solidarietà. Si tratta di un passo avanti, positivo che l'Embraco si sia resa disponibile a valutare le proposte del ministro: il mantenimento dell'attività produttiva nel sito di Riva di Chieri e l'individuazione di un soggetto interessato a rilevare l'area, con un progetto di re-industrializzazione e il ricorso alla cassa integrazione per crisi. "Quello che chiediamo ora - dice il segretario nazionale della Fim Michele Zanocco - è che Whirlpool Corporation si comporti come si è comportata Whirlpool Europe durante la vertenza che nel 2015 l'ha impegnata con i sindacati italiani, vertenza che si è conclusa, dopo un negoziato duro ma costruttivo, con un accordo che ha consentito di salvare le produzioni degli stabilimenti italiani".

Consip: pm chiede proroga indagini per Lotti, T.Renzi e Del Sette
L'iscrizione di Lotti fu fatta alla luce delle dichiarazioni fatte dall'ex ad di Consip , Luigi Marroni . La richiesta di allungare le indagini non è stata fatta solo per l'attuale ministro dello Sport.

Nadia Toffa tornerà in TV a febbraio: "Non ho paura di morire"
A tutti i fan che aspettano il suo ritorno Nadia annuncia: "Torno in diretta a Le Iene dall'11 febbraio". Con Santiago ci siamo fatti il regalo più bello della nostra vita .

Lombardia: Gori, vinceremo anche senza sostegno Leu
Ho provato a spiegarlo, ma questa assemblea rappresenta una scelta di una comunità politica. Così è il momento di uscire dall'apnea, per la sinistra lombardo-milanese.

Federico Bellono, segretario della Fiom di Torino, "lo scenario che ci viene presentato è di gran lunga il peggiore tra quelli che si potevano prefigurare: dalla riduzione dei volumi annunciata nelle scorse settimane si passa al loro azzeramento, e quindi alla chiusura dell'attività produttiva. La totale assenza di responsabilità sociale da parte della Embraco è inaccettabile per le istituzioni, oltre che per i lavoratori".

"Faremo in modo che la Embraco ritiri il licenziamento, così come è avvenuto per la Comital a Volpiano", gridano i lavoratori dell'azienda che produce compressori per i frigoriferi della Whirlpool.